Bartolomeo, la nuova piattaforma esterna europea per la ISS

Airbus Defence and Space e l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) hanno annunciato di aver firmato un protocollo d’intesa per lo sviluppo di una “external payload platform”, da installare nel 2018 sul laboratorio Columbus della ISS.

Bartolomeo, dal nome del fratello minore di Cristoforo Colombo, “garantirà un rapido, conveniente e versatile accesso alla Stazione Spaziale Internazionale, per clienti privati ed istituzioni che necessitano di una piattaforma scientifica esterna per i propri payloads”.
In particolare potrà ospitare carichi riguardanti l’osservazione della Terra, osservazioni atmosferiche e metereologiche, dimostratori tecnologici, astrofisica, eliofisica, scienze dei materiali, nanosatelliti ed applicazioni nel campo del volo spaziale.

Credit: Airbus Defence & Space

Credit: Airbus Defence & Space

La nuova piattaforma verrà agganciata al lato sinistro del Columbus, quello che normalmente affronta la direzione di marcia della ISS, questa posizione avanzata permetterà osservazioni frontali (forward), in basso verso la Terra (nadir) ed in alto verso lo spazio esterno (zenith) con capacità si stabilizzazione e puntamento.

Caratteristiche:
– massa payload non superiore a 250 kg
– dimensioni fino a 1x1x1 m
– potenza elettrica fino ad 1 Kw
– scambio dati fino a 100Mbps (su linea privata )
– raffreddamento attivo fino a 1 kw
– durata di missione fino a 7 anni
– garanzia di proprietà intellettuale e tecnologica

Sono previste due modalità di arrivo sulla piattaforma: Dall’interno della ISS attraverso l’airlock JEM-AL del laboratorio giapponese Kibo o direttamente dal trunk posteriore della capsula Dragon di SpaceX, in entrambi i casi il posizionamento verrà effettuato tramite braccio robotico.

“La collaborazione commerciale avrà un ruolo sempre più importante nella vision di ESA per l’esplorazione spaziale” ha commentato David Parker (ESA Director for Human and Robotic Exploration).
“ESA intende stimolare il settore privato ed instaurare con esso un approcio innovativo per lo sviluppo delle future missioni spaziali. Aumentare le capacità del settore privato ed aumentarne la richiesta per l’utilizzo della ISS, aprirà nuove prospettive per lo sfruttamente delle attuali infrastrutture e di quelle future”.

Qui di seguito alcuni documenti per chi volesse approfondire:
Una infografica della piattaforma Bartolomeo
Una presentazione della piattaforma Bartolomeo di ADS

Fonte: Airbus Defence and Space

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=25339.0

Simone Montrasio

Appassionato di astronautica fin da bambino, gli studi ed il lavoro mi hanno tenuto occupato nel settore chimico industriale fino al 2011 quando ho deciso di cambiare completamente vita e dedicarmi alla campagna. Collaboro felicemente con AstronautiNEWS dalla sua fondazione con una pausa sabbatica tra il 2011 ed il 2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.