Falcon 9 lancia due satelliti, ma il primo stadio è KO

Pochi minuti fa, alle 16:29 italiane, il vettore Falcon 9 di SpaceX ha portato in orbita con pieno successo i satelliti per telecomunicazioni Eutelsat 117W B e ABS 2A, ma questa volta il tentativo di recuperare il primo stadio non ha avuto successo.

Il primo stadio del Falcon 9 apparentemente "in piedi" sulla piattaforma OCISLY

Il primo stadio del Falcon 9 apparentemente “in piedi” sulla piattaforma OCISLY

Nonostante le immagini giunte dal web streaming avessero fatto pensare ad un altro “centro” sulla piattaforma Of Course I Still Love You, Elon Musk ha confermato un atterraggio “RUD” (Rapid Unscheduled Disassembly  – Disintegrazione Rapida Non Programmata) tramite il suo account Twitter.

La ragione sembra essere legata al calo di potenza ad uno dei tre motori a razzo, che ha causato una velocità di contatto con la chiatta-drone oltre i limiti strutturalmente sopportabili.

In attesa di ulteriori dettagli, ecco alcuni dati sul carico utile della missione, che è bene ricordare, rimane l’obiettivo primario dei clienti di SpaceX.

Il Payload

ABS-2A in una foto (C) SpaceX

ABS-2A in una foto (C) SpaceX

Il carico utile della missione odierna era rappresentato da due satelliti per le telecomunicazioni “gemelli”, entrambi costruiti dalla Boeing Satellite Systems. Ciascuno è dotato di 48 transponder e 4 trasmettitori dedicati in banda Ku. Destinati all’orbita geostazionaria, hanno un profilo di missione analogo ai precedenti ABS 3A e Eutelsat 115 W B, lanciati il 1 marzo 2015.

EUTELSAT 117 West B è il secondo esemplare della nuova generazione di satelliti della flotta americana di Eutelsat, e va a rafforzare la capacità di trasmissione video offerta ai paesi dell’America Latina per clienti privati e governativi. Maggiori informazioni su EUTELSAT 117 West B sono disponibili qui.

ABS-2A è a sua volta il secondo esemplare di una flotta di satelliti caratterizzata da un sistema di propulsione completamente elettrico. Offrirà i suoi servizi all’area continentale africana, ai paesi del medio oriente e del sud-est asiatico con la sua posizione di 75° est. Ulteriori informazioni su ABS-2A sono disponibili qui.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=25344.0

Marco Zambianchi

Spacecraft Analyst per la missione Gaia presso ESA/ESOC, è fondatore di ForumAstronautico.it, e co-fondatore di AstronautiCAST. Conferenziere di astronautica al Planetario di Lecco fino al 2012, scrive ora su AstronautiNEWS ed è Presidente dell'associazione ISAA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.