Notizie e approfondimenti dallo spazio

Ultimo contratto di Avio per l’Ariane 5

E’ stato siglato a Parigi da Avio ed Europropulsion il contratto del valore di oltre 100 milioni di Euro, per la realizzazione dell’ultimo lotto produttivo per dieci lanci di Ariane 5 per i prossimi quattro anni.

ESA : nuovi micro lanciatori per piccoli satelliti

L’ESA ha da poco avviato nuovi studi di fattibilità, in collaborazione con alcune aziende spaziali europee, per lo sviluppo di micro lanciatori da utilizzare appostamente per il lancio di piccoli satelliti. Finora infatti il lancio di piccoli satelliti è sempre stato effettuato utilizzando lanciatori di grandi dimensione, in concomitanza con il lancio di altri carichi utili.

La NASA annuncia i propri piani per l’esplorazione dello spazio profondo

Lo scorso 30 novembre 2017, presso il Kennedy Space Center, si sono tenute una serie di presentazioni da parte della Human Exploration and Operations Commettee dell’agenzia spaziale americana. Tale comitato fa parte del NASA Advisory Cuncil con l’obiettivo di supportare e proporre nuovi progetti sia per il direttorato delle Human Exploration and Operations Mission, che per direttorati di altre missioni NASA. In particolare, in una delle presentazioni sono stati rivelati i piani di NASA per l’esplorazione dello spazio profondo.

L’ONU approva nuove linee guida per le attività spaziali

Il comitato per l’utilizzo pacifico dello spazio esterno COPUOS (Committee on the Peaceful Uses of Outer Space) delle Nazioni Unite, ha recentemente approvato una nuova serie di linee guida con l’obbiettivo di ridurre i rischi relativi all’utilizzo dell’ambiente spaziale. Con particolare attenzione a quelli dovuti alle possibili collisioni tra i sempre più presenti manufatti umani.

SpaceX lancia Paz e tenta il recupero in mare delle carenature

Un Falcon 9 è stato lanciato ieri dalla base di Vandenberg in California con a bordo il satellite spagnolo per osservazioni radar PAZ e due satelliti sperimentali SpaceX. Non era pianificato  il recupero del primo stadio, ma l’azienda di Elon Musk ha tentato il recupero delle carenature del payload con un’apposita nave battezzata Mr. Steven.