XCOR licenzia tutti i dipendenti

In mezzo a diverse storie di successo e di altissimi introiti nell’ambito dell’industria spaziale privata americana, ci sono anche vicende che finiscono nel peggiore dei modi, sia per i progetti intrapresi, sia per il personale che aveva riposto fiducia nelle iniziative. L’azienda di produzione di spazio-plani e razzi XCOR ha licenziato i propri dipendenti residui, pur continuando gli sforzi di ricerca fondi nel tentativo di mantenere alcuni progetti chiave.

Secondo rinvio per la missione SpaceX/Intelsat 35E

Secondo tentativo di lancio, secondo rinvio a T-9 secondi per il Falcon 9 di SpaceX che deve portare in orbita il satellite per telecomunicazioni Intelsat-35E. Il computer di bordo ha infatti interrotto il countdown a causa della violazione di uno dei criteri costantemente monitorati dal software di gestione del razzo.

SpaceX rimanda il lancio di Intelsat 35-E

A causa di un non meglio precisato problema al sistema di guida del vettore Falcon 9 il sistema autonomo di gestione del lancio  del razzo ha interrotto autonomamente il conto alla rovescia per la partenza della missione Intelsat 35-E.

Il Lunga Marcia 5 fallisce il secondo volo

Il lanciatore pesante cinese Lunga Marcia 5 ha fallito il tentativo di mettere in orbita il massiccio satellite per le telecomunicazioni Shijian-18, per cause ancora non del tutto chiarite ufficialmente ma che sembrano legate ad una performance non sufficiente da parte del lanciatore.

Il futuro di ESA: Esplorazione e collaborazione

Durante un evento molto informale, rapido negli interventi dei numerosi ospiti ma ricco di contenuti, l’Agenzia Spaziale Europea ha presentato la propria visione per l’esplorazione spaziale, la cui parola d’ordine sarà collaborazione.

ULA lancerà la missione STP-3 per l’USAF

Sarà l’United Launch Alliance (ULA) a lanciare la missione Space Test Program-3 (STP-3) per conto dell’United States Air Force. Il contratto è stato assegnato lo scorso venerdì 30 giugno.

SpaceX raddoppia, lanciati altri 10 Iridium NEXT

Secondo successo in tre giorni e nuovo record per SpaceX che con il lancio di 10 satelliti della costellazione Iridium NEXT riafferma il ritorno all’affidabilità del suo vettore, centrando anche l’obiettivo di recuperare il primo stadio per un futuro riutilizzo.