Autore: Valeria Parnenzini

Conclusa con successo la EVA-44

Lo scorso 5 ottobre 2017, ore 12:05 UTC, i due astronauti NASA Randy Bresnik  e Mark Vande Hei  hanno completato con successo la EVA 44, durata complessivamente 6 ore e 55 minuti. Obiettivo di questa attività extraveicolare era la sostituzione di uno dei Latching End Effectors (LEEs) del braccio robotico della Stazione Spaziale Internazionale, il Canadarm2.

Al via la missione SpaceX Formosat-5

Secondo lancio e secondo successo nel mese di agosto per SpaceX, che alle 20.50 CEST ha dato il via alla missione SpaceX Formosat-5 con un perfetto lancio dalla Vandenberg Air Force Base in California. In quello che sembra ormai essere diventato routine, il vettore ha portato il satellite nell’orbita prevista e ha recuperato il primo stadio con un preciso atterraggio sulla piattaforma denominata “Just Read the Instructions”.

Una telecamera del Lunar Reconnaissance Orbiter resiste ad un impatto con un meteorite

Il Lunar Reconnaissance Orbiter di NASA dispone di un sistema di tre telecamere. Secondo Mark Robinson, docente universitario presso la School of Earth and Space Exploration dell’Arizona State University, il fatto che alcune immagini catturate siano “mosse” deriverebbe da una oscillazione repentina e continua di almeno una delle telecamere. Sono quindi sempre più fondate le ipotesi che farebbero pensare ad un impatto con un meteorite.

SpaceX: lanciato con successo il satellite militare NROL-76

Prosegue la serie di successi da parte di SpaceX, stavolta portando in orbita il satellite militare NROL-76 per conto della National Reconnaissance Organization (NRO) americana. Il lancio è avvenuto oggi, 1 maggio 2017, alle ore 11:15 UTC dal pad 39A del Kennedy Space Center.

JAXA: missione sulle lune di Marte nel 2024

Lo scorso 10 aprile 2017, il presidente dell’agenzia spaziale giapponese (JAXA) Naoki Okomura ed il presidente di CNES hanno siglato un accordo per la missione Martian Moons Exploration (MMX). L’obiettivo di questa missione è comprendere le origini delle due lune di Marte, Phobos e Deimos.

ISS: sostituito un finestrino del modulo Cupola

Secondo quanto riportato da fonti NASA, l’oblò centrale del modulo Cupola sarebbe stato recentemente sostituito dagli astronauti attualmente a bordo della ISS. L’operazione è andata a buon fine e senza causare alcun rischio per gli astronauti, grazie alla tecnologia di cui dispone il modulo stesso.

Nuovo lancio per COSMO-SkyMed e la missione CHEOPS di ESA

L’Agenzia Spaziale Italiana prevede di aggiungere due satelliti della next-generation alla costellazione COSMO Sky-Med. Inoltre, secondo quanto affermato da fonti ESA, durante uno dei lanci vi sarà la messa in orbita del telescopio della missione CHaracterising ExOPlanet Satellite (CHEOPS), per lo studio dell’aspetto strutturale dei pianeti prossimi ad altre stelle dell’universo.