New Horizons sorvola Ultima Thule: il più lontano corpo celeste mai osservato da una sonda planetaria

Massimo Orgiazzi

Appassionato di astronomia, astronautica e scienza, nella vita è ingegnere. Ha scritto narrativa, poesia e critica letteraria, ha una passione per il cinema e organizza rassegne cineforum. Twitta in inglese di spazio e scienza con l'handle @Rainmaker1973

5 Risposte

  1. Francesco Renzo ha detto:

    Ciao, la velocità di trasmissione dati è stata di 500b/s o 500kb/s. Credo la prima

  2. Luigi ha detto:

    Grazie per questi preziosi approfondimenti! Interessano anche a me le info sulle tecniche di trasmissione su così alte distanze

  3. Gp ha detto:

    Anche Hidra piccolo satellite bicefalo di Plutone di colore rosso , potrebbe avere molto in comune con Ultima Thule , se non altro per la cospicua presenza di toline … Mi viene da pensare in modo alquanto fantasioso che siano il collante di questi corpi inerti , come un esempio poco inerente , le proteine , zuccheri e aminoacido nel DNA umano …..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.