Il lancio della Progress MS-10 visto dalla ISS

Che dalla Stazione Spaziale Internazionale si goda di una prospettiva unica sul nostro pianeta è un fatto ben noto agli appassionati di astronautica, che da anni ormai possono seguire in diretta lo spettacolo del Pianeta Blu direttamente dalle telecamere ad alta definizione montate all’esterno dell’avamposto orbitante.

A volte però gli astronauti ci mettono del loro, preparando varie macchine fotografiche a scattare numerose immagini che poi possono essere combinate, a terra, per formare spettacolari Timelapse. Proprio questo deve aver pensato Alexander Gerst, astronauta ESA di nazionalità tedesca e attuale comandante della ISS, che ha avuto l’intuizione di puntarne una in direzione della traiettoria del razzo Soyuz che lo scorso 16 novembre ha portato in orbita la capsula di rifornimento Progress MS-10.

A tutto il resto ha pensato poi il nostro Riccardo Rossi, membro della redazione di AstronautiCAST ormai da anni dedito alla creazione di splendide animazioni proprio usando le immagini scattate a bordo della ISS. Quello che però Riccardo è riuscito a mettere insieme nel video che vi mostriamo qui sotto è forse il più originale e straordinario dei suoi lavori. Date un’occhiata anche voi e fateci sapere cosa ne pensate!

P.S. Il video è disponibile fino alla risoluzione 4K, che vi consigliamo caldamente se possedete un televisore che supporta quello standard.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

https://www.forumastronautico.it/t/25562

Marco Zambianchi

Spacecraft Analyst per la missione Gaia presso ESA/ESOC, è fondatore di ForumAstronautico.it, e co-fondatore di AstronautiCAST. Conferenziere di astronautica al Planetario di Lecco fino al 2012, scrive ora su AstronautiNEWS ed è Presidente dell'associazione ISAA.

Una risposta

  1. MayuriK ha detto:

    E’ davvero stupendo: soprattuto vedere il decollo del razzo, fantastico!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.