L-410: Allineare il tapis roulant della ISS

Samantha Cristoforetti si addestra alla manutenzione del tapis roulant T2 al JSC. Fonte: Samantha Cristoforetti
Samantha Cristoforetti si addestra alla manutenzione del tapis roulant T2 al JSC. Fonte: Samantha Cristoforetti

Dal Diario di bordo di Samantha Cristoforetti:

Johnson Space Center (Houston, USA), 17 ottobre 2013—Oggi di nuovo un fitto programma di addestramento, dall’allenamento sull’ARED (Advanced Resistive Exercise Device, macchina per l’esercizio resistivo avanzato) a un corso sulla preparazione della trasmissione dalla Stazione Spaziale a terra delle foto e video di bordo, a un ripasso dei sistemi di alimentazione e termici, che comprende l’esecuzione di uno scenario di perdita di ammoniaca esterna per rivedere alcune procedure critiche.

Ma la giornata è iniziata al modello di addestramento a terra del tapis roulant T2, sul quale i membri dell’equipaggio della ISS hanno in programma di correre diverse volte alla settimana per il loro condizionamento cardiovascolare. Correre sul tapis roulant genera carichi significativi e, come potete immaginare, non vogliamo che quei carichi vengano trasmessi al resto della Stazione. Per questa ragione il tapis roulant è in realtà “sospeso” su un sistema di isolamento delle vibrazioni, che smorza i carichi impartiti dal membro dell’equipaggio che corre. Per assicurarsi che questo funzioni in modo soddisfacente eseguiamo periodicamente una procedura di allineamento, che è ciò che stavo imparando a fare nella foto.

Se ve la siete persa e siete curiosi di vedere come corriamo in assenza di peso, date un’occhiata alla nota L-414.

Nota originale in inglese, traduzione italiana a cura di Paolo Amoroso—AstronautiNEWS. Leggi il Diario di bordo di Samantha Cristoforetti e l’introduzione.

  Questo articolo è © 2006-2022 dell'Associazione ISAA - Licenza

Samantha Cristoforetti

Ingegnere ed ex ufficiale dell'Aeronautica Militare, dal 2009 è un’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Ha volato nello spazio per 199 giorni, dal 23 novembre 2014 all'11 giugno 2015 per la missione Futura, svoltasi a cavallo tra Expedition 42 ed Expedition 43.