Phobos Grunt: la situazione al 29 novembre

Durante la notte fra il 28 ed il 29 novembre la stazione radio di terra dell’ESA a Perth ha avuto cinque opportunità di contattare la sonda Phobos-Grunt. Purtroppo tutti i tentativi di comunicazione hanno dato esito negativo.

I tecnici hanno urgenza di trasmettere alla sonda un particolare comando, che innescherà l’accensione dei motori di manovra in modo da innalzare l’orbita di Phobos Grunt, da giorni in decadimento a causa del lieve attrito atmosferico sempre presente in orbita bassa.

Oltre al costante contributo dell’installazione ESA di Perth, continuano i tentativi di chiamata dalle stazioni trasmittenti di Baikonur, purtroppo del tutto inefficaci.

Nel caso in cui la sequenza di comandi di accensione andasse a buon fine, si potrebbe avere conferma dell’avvenuta manovra anche in caso di non ricezione della telemetria dalla sonda, dato che l’innalzamento dell’orbita potrebbe essere immediatamente rilevato dai potenti radar del NORAD.

Marco Zambianchi

Spacecraft Analyst per la missione Gaia presso ESA/ESOC, è fondatore di ForumAstronautico.it, e co-fondatore di AstronautiCAST. Conferenziere di astronautica al Planetario di Lecco fino al 2012, scrive ora su AstronautiNEWS ed è Presidente dell'associazione ISAA.

Una risposta

  1. 2 dicembre 2011

    […] Situazione Phobos-Grunt […]