ISS Daily Report – Venerdì 31 Luglio 2009

ISS Daily Report  Venerdì 31 Luglio 2009

STS-127 Endeavour è atterrato alla prima opportunità prevista dal programma di rientro, ed ha toccato Terra al KSC alle 10:48 am EDT dopo 248 orbite. Con questa ultima fatica, la Stazione Internazionale è considerata completa all’83% e ha una massa di oltre 320 ton.

Oggi, subito dopo la sveglia Romanenko ha terminato la sua quarta sessione dell’esperimento russo SONOKARD. L’equipaggiamento impiega una Sport Shirt con uno speciale dispositivo che non usa sensori a stretto contatto con il corpo umano. Gli obiettivi sono molteplici: basi per lo sviluppo di criteri per la valutazione delle capacità adattative del corpo umano nei voli spaziali di lunga durata; oppure come punto di partenza pratico per lo sviluppo di un sistema sanitario, per il monitoraggio in tempo reale nei voli spaziali; nonche la raccolta di informazioni sulla capacità di adattamento dell’organismo a gravità zero.

Bob Thirsk, ha condotto una sessione relativa al PFE (Periodic Fitness Evalutation) in cui si prevede il controllo della pressione sanguigna e un eletrrocardiogramma, mentre il soggetto è sotto sforzo (in questo caso con CEVIS) nell’US Lab.

Padalka ha aggiornato Kopra in merito alle procedure di emergenza, facendogli vedere comandi e valvole ad azionamento manuale, le vie di fuga per inserirsi all’interno delle scialuppe di salvataggio (Soyuz) e altri aspetti in cui si interagisce con gli altri membri dell’equipaggio.

Alle 12:15 pm, Bon Thirsk ha condotto la periodica esercitazione VHF-1 in cui si esegue una estesa prova di comunicazione con i vari siti terrestri (Huston, Mosca, EuroCOM Monaco, Jcom Tsukuba) da adottare in caso di emergenza. Il test serve ovviamente per verificare qualità del segnale e mettere allo scoperto eventuali problemi.

Romanenko ha approfittato del suo tempo libero per iniziare a scaricare il materiale dalla Progress 34P.

Gennady Padalka ha invece iniziato ha piazzare il materiale sperimentale per una nuova sessione dell’esperimento TEKh-20 Plasma Crystal-3. Lo scopo principale è di ottenere una “nuvola” omogenea di plasma in varie condizioni con o senza imposizione di campi elettrici, per riuscire a sviluppare procedure per la generazione e il controllo delle strutture. Tutte le sequenze sperimentali avvengono  in automatico.

Alle 4:25 am, EDT l’equipaggio ha eseguito il regolare collegamento con il centro controllo volo di Mosca e il direttore di volo a Huston.

Dispositivo CDRA (Carbon Dioxide Removal Assembly) – nota aggiuntiva:
nel tempo intercorso tra la disposizione per una IFM e il recupero a regime del CDRA, sono state eseguite delle operazioni di troubleshooting che mirano in generale, ad testare la capacità di individuazione delle cause di guasto e della possibilità di risolverli. Mike Barratt e Bob Thirsk si sono impegnati per circa 4 ore sul problema CDRA e supportati via radio dagli specialisti a terra hanno eseguito misurazioni strumentali su più connettori e punti chiave per determinare la causa dell’anomalia.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.