ISS Daily Report – Mercoledì 06 Maggio 2009

ISS Daily Report  Mercoledì 06 Maggio 2009

I tre membri dell’equipaggio hanno inizato il loro giorno di lavoro con la periodica sessione dedicata alla misurazione della massa corporea, occasione in cui viene utilizzato lo speciale strumento Russo IM Mass Measurement.

Wakata ha eseguito un giro di ispezione per assicurarsi che le protezioni degli oblò fossero tutte chiuse (verranno riaperte dopo la partenza della Progress).

La Progress M-66/32P ha eseguito il distacco e l’allontanamento dalla Stazione senza problemi. La partenza dalla porta Nadir del modulo FGB è avvenuta alle 11:17 am EDT a seguito del comando di sgancio eseguito alle 11:15 am. La prima accensione di separazione è avvenuta alle 11:21am.
La raccolta dei dati, sulle sollecitazioni e l’andamento delle dinamiche strutturali di questa fase, sono stati affidati a IWIS (Internal Wireless Instrumentation System) e al SDMS (Structural Dynamic Measurement System). Ulteriori attività e prove sono previste nei prossimi giorni e la fase di de-orbit è prevista per il 18 Maggio. Il rientro è previsto sull’Oceano Pacifico.

In vista del docking della prossima Progress 33P (per il 12 Maggio), PADALKA e BARRATT hanno completato le tre ore di training su TORU (Sistema di Controllo da Teleoperatore) che può fornire la modalità manuale in caso di emergenza durante l’uso del dispositivo KURS (il sistema radio per il rendezvous automatico).

Wakata si è occupato di impratichirsi sulle procedure QD (Quick Disconnect) in vista della manutenzione del CHeCS MTL (Crew Health Care Systems Moderate Temperature Loop). Una fase prevede l’uso di una siringa per eseguire una lubrificazione con una piccolissima quantità di olio speciale.
Il CHeCS rack è stato rimosso dal ITCS (Internal Thermal Cooling System) come parte di una più ampia valutazione, che riguarda l’eventuale aumento del raffreddamento dei futuri payload all’interno del LAB US.

Mike Barratt ha poi completato con successo la sistemazione dell’equipaggiamento SAMS (Space Acceleration Measurement System) presente tra Destiny e JPM.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.