Lucy ha scoperto un nuovo asteroide

L'asteroide Dinkinesh e il compagno, visibile in basso a destra. Credits: NASA

Il team che gestisce la missione Lucy ormai non è nuovo ad aggiungere asteroidi da osservare nel corso dei prossimi anni: se inizialmente infatti erano solo sette, con il passare del tempo se ne sono aggiunti altri tramite osservazioni o leggerissime modifiche della traiettoria della sonda, portando il totale a 10.

Nella giornata del 2 novembre 2023 il conto è stato però ritoccato a 11, grazie alle immagini arrivate dopo il flyby di Lucy con (152830) Dinkinesh che hanno mostrato la presenza di un piccolo satellite in orbita attorno al principale. Il satellite, a cui non è ancora stato dato un nome, ha dimensioni di poco inferiori al compagno principale: 220 m nel punto più largo rispetto ai 790 m di Dinkinesh. Speculazioni e ipotesi sullo status di asteroide binario per Dinkinesh erano circolate nelle settimane precedenti il passaggio, basandosi sulla variazione di luminosità registrata dagli strumenti a bordo della sonda.

Il satellite di Dinkinesh è in basso a destra. L’immagine è stata scattata con lo strumento L’LORRI alle 17:55 CEST del primo novembre 2023 da una distanza di circa 430km. Credits: NASA

Nonostante lo scopo principale di questo primo flyby fosse la verifica operativa del sistema di tracciamento autonomo degli asteroidi di cui Lucy dispone, esso è stato utilizzato in un passaggio ravvicinato a velocità sostenuta, circa 16 000 km/h. Sono anche stati raccolti dati scientifici che verranno scaricati nel corso delle prossime settimane. Dinkinesh e compagno diventano quindi i più piccoli asteroidi della fascia principale a essere stati sorvolati così da vicino. Le prime immagini suggeriscono alcune caratteristiche in comune con la coppia Didymos e Dimorphos visitata da DART.

Come detto, il satellite non ha ancora ricevuto una designazione ufficiale, ma potrebbe seguire un percorso simile al compagno: prima una numerazione provvisoria e in seguito una ufficiale. Dinkinesh infatti fino a febbraio 2023 era ufficialmente chiamato 1999 VD₅₇, con la numerazione ufficiale 152830 ottenuta dopo che la sua orbita era stata determinata con sufficiente precisione. Il cambio di nome a Dinkinesh è avvenuto formalmente dopo che l’unione astronomica internazionale (IAU) ha adottato una risoluzione apposita: il nome deriva dall’amarico ድንቅነሽ, significa “sei meravoglioso” ed è lo stesso nome assegnato all’australopiteco diventato famoso poi come Lucy.

Attualmente Lucy è ancora nel mezzo della fase di crociera: l’ultimo evento significativo nel viaggio è stato il flyby con la Terra, avvenuto il 16 ottobre 2022, a un anno esatto dal lancio.

Fonti: NASA (1), NASA (2).

  Ove non diversamente indicato, questo articolo è © 2006-2024 Associazione ISAA - Leggi la licenza. La nostra licenza non si applica agli eventuali contenuti di terze parti presenti in questo articolo, che rimangono soggetti alle condizioni del rispettivo detentore dei diritti.

Commenti

Discutiamone su ForumAstronautico.it

Matteo Deguidi

Studio Astrophysics and Cosmology a Padova e sono interessato alle nuove generazioni di telescopi, sia terrestri che in orbita. In ambito astronautico la mia passione principale è seguire lo sviluppo e la costruzione delle sonde, dai siti di produzione al lancio. Considero ISAA come una seconda famiglia, la quale mi ha dato possibilità di accedere ad un mondo di notizie che da tanto ricercavo.