NASA ha autorizzato SpaceX a riutilizzare le Crew Dragon

Dragon 2 in rampa nei primi giorni del 2019: Credit: SpaceX

La NASA ha introdotto alcune importanti modifiche al contratto da 2,7 miliardi di dollari stipulato con SpaceX. Questi aggiornamenti contrattuali autorizzano la compagnia di Elon Musk al riutilizzo del primo stadio del Falcon 9 e della navicella spaziale Crew Dragon anche nel trasporto di astronauti da e verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), visto che anche la Crew Dragon, così come il primo stadio del Falcon 9, è stata progettata per essere riutilizzabile.

Il riutilizzo dei booster e della navicella avverrà con molta probabilità nel 2021 in occasione del secondo volo commerciale di una Crew Dragon. La prima missione, che verrà effettuata con un equipaggio di quattro astronauti, è attualmente prevista per il 30 agosto.

In cambio, SpaceX ha accettato di prolungare la durata della missione Demo-2, partita pochi giorni fa, fino a un massimo di 119 giorni. Il veicolo spaziale, attualmente attraccato alla ISS, è stato lanciato lo scorso 30 maggio con a bordo gli astronauti Bob Behnken e Doug Hurley.

Una seconda modifica contrattuale permetterà al personale di SpaceX di instaurare una collaborazione paritetica e di addestrarsi con l’U.S. Air Force’s 45th Operations Group Detachment 3 (DET-3) al supporto dei primi sei lanci commerciali di Crew Dragon. DET-3 è un’unità che è stata coinvolta nel salvataggio degli astronauti sin dai tempi del programma Apollo. Ogni lancio vedrà il personale appartenente al contingente DET-3 in allerta presso la Patrick Air Force Base in Florida, alla Joint Base Charleston nel South Carolina e alla Joint Base Pearl Harbor-Hickam alle Hawaii per essere pronto a intervenire nel caso in cui gli astronauti delle Crew Dragon debbano essere soccorsi a causa di problemi.

Fonte: Parabolic Arc

  Copyright Associazione ISAA 2006-2020 - Vedi qui i dettagli della licenza.

Approfondisci su ForumAstronautico.it

Sviluppi e aggiornamenti su questa notizia sono disponibili su ForumAstronautico.it

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

2 risposte

  1. Alessandro ha detto:

    Una vita dedicata al braccio automatico che emozione rivederlo ancora

  2. MayuriK ha detto:

    Grande notizia! Oltre ad un risparmio di soldi considerevole è un ottimo avvicinamento all’idea di razzi come altri veicoli che vengono riutilizzati normalmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.