Al via la missione SpaceX Formosat-5

Lancio del Falcon 9 per la messa in orbita di Formosat-5. Credits: SpaceX

Secondo lancio e secondo successo nel mese di agosto per SpaceX, che alle 20.50 CEST ha dato il via alla missione SpaceX Formosat-5 con un perfetto lancio dalla Vandenberg Air Force Base in California. In quello che sembra ormai essere diventato routine, il vettore ha portato il satellite nell’orbita prevista e ha recuperato il primo stadio con un preciso atterraggio sulla piattaforma denominata “Just Read the Instructions”, come poi confermato dall’azienda stessa sul proprio account Twitter.

Dopo il lancio di un cargo Dragon alla volta della Stazione Spaziale Internazionale lo scorso 14 agosto, SpaceX si è occupata stavolta del lancio di un satellite per l’osservazione terrestre per conto della National Space Organization di Taiwan. Il satellite Formosat-5 orbiterà intorno alla Terra ad un’altitudine di 720 km ed una inclinazione di 98.28 gradi rispetto al piano equatoriale. Così come il satellite Formosat-2,  il payload primario del Formosat-5 è un sensore ottico chiamato Remote Sensing Instrument (RSI), capace di catturare immagini in bianco e nero fino a due metri di risoluzione ed immagini a colori con risoluzione di quattro metri. Il Formosat-5 possiede poi un secondo payload, un Advanced Ionospheric Probe (AIP), progettato dalla National Centre University di Taiwan.

Si tratta della prima missione interamente gestita dal National Space Organization di Taiwan, a partire dall’idea del progetto, per poi passare alle fasi di sviluppo ed integrazione. L’obiettivo principale di tale missione è quello di promuovere gli esperimenti e la ricerca rivolti al settore spaziale, oltre al voler dimostrare da parte di Taiwan di possedere tutte le risorse necessarie per ideare e realizzare un’intera missione nello spazio in completa autonomia.

 

Le statistiche di Paolo Baldo

Come di consuetudine il nostro collaboratore Paolo Baldo ha raccolto qualche statistica su questo lancio. Con quello di oggi SpaceX ha lanciato il suo decimo Falcon 9 nel giro di 162 giorni, battendo il precedente primato di 172 giorni. A confronto, tra il primo ed il secondo lancio del Falcon 9 (correva l’anno 2010) passarono 187 giorni.  Si è trattato inoltre del secondo lancio da Vandenberg nel giro di 60 giorni, il che che migliora abbondantemente il precedente record di 162 giorni. Per finire abbiamo assistito al secondo atterraggio sulla piattaforma JRTI (Just Read The Instructions) in 60 giorni, polverizzando il precedente record di 162 giorni.

Fonte: SpaceX

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=26842.0

Valeria Parnenzini

Appassionata di spazio e tecnologia, collabora con AstronautiNEWS da Agosto 2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.