NASA seleziona dodici nuovi candidati astronauti

2017 NASA Astronaut Candidates. Photo Date: June 6, 2017. Location: Ellington Field - Hangar 276, Tarmac. Photographer: Robert Markowitz

Dopo aver ricevuto un numero record di domande, NASA ha selezionato la più numerosa classe di candidati astronauti dal 2000. Ad emergere da ben 18.300 aspiranti sono stati 12 uomini e donne che inizieranno l’addestramento preliminare della durata di due anni.

Il vice Presidente Mike Pence ha incontrato il management di NASA lo scorso mercoledì 7 giugno, e ha personalmente presentato alla stampa la nuova classe di candidati astronauti nel corso di una conferenza stampa presso il Johnson Space Center di Houston, Texas.

L’addestramento avrà ufficialmente inizio il prossimo agosto, quando i dodici selezionati faranno rapporto a Houston. Chi supererà con successo questa prima fase potrà essere assegnato ad una specifica missione, come membro di una Expedition sulla ISS magari a bordo di una delle nuove capsule abitate commerciali attualmente in fase di sviluppo, oppure ai comandi di una Orion per uno dei primi voli del vettore pesante di NASA SLS.

Ecco il video della conferenza stampa di presentazione.

 

Le domande sono giunte all’ente spaziale americano da tutti i 50 stati dell’Unione, compresi il District of Columbia (la zona speciale dove si trova la capitale, Washington, ndr) ed i protettorati di Porto Rico, Guam e Samoa americane. Il gruppo che ne è emerso rappresenta, nelle parole di NASA, un distillato delle competenze e delle diversità americane anche dal punto di vista delle carriere personali dei candidati.

Ecco allora i nomi e qualche informazione su carriera e formazione scolastica dei dodici fortunati candidati.

Kayla Barron, 29 anni, tenente della Marina Militare, origiaria di Richland, Washington. Si è laureata all’Accademia Navale con una laurea in ingegneria dei sistemi. A Cambridge la Barron ha conseguito un Master in ingegneria nucleare. Come ufficiale imbarcata a bordo di sottomarini militari, Kayla Barron è stata una della prima classe di donne inviata in missione nella comunità dei sommergibilisti. Si unirà alla NASA lasciando il suo attuale incarico di assistente del sovraintendente dell’Accademia Navale.

Zena Cardman, 29 anni, proveniente da Williamsburg, Virginia. Ha completato una laurea in Biologia e ha un Master in Scienze Marine conseguito all’università del North Carolina, Chapel Hill. Cardman è attualmente una ricercatrice presso la National Science Foundation lavorando al suo dottorato presso la Pennsylvania State University. Le sue ricerche si concentrano, in particolare, su microorganismi che vivono nel sottosuolo in ambienti che variano dalle grotte ai sedimenti profondi del fondo marino. Le sue esperienze includono svariate spedizioni in ambiente antartico e a bordo di navi-laboratorio, ma anche una partecipazione ad “analog mission” (simulazione di particolari scenari di missione spaziale, ndr) di NASA nella British Columbia, in Idaho e alle Hawaii.

Raja Chari, 39 anni, tenente colonnello dell’Aeronautica, arriva da Waterloo, Iowa. Si è laureato all’Accademia Aeronautica americana in ingegneria astronautica e scienze ingegneristiche. I suoi studi sono poi proseguiti fino all’ottenimento di un Master in Aeronautica e Astronauticas dal Massachusetts Institute of Technology (MIT) e del brevetto di volo militare dalla U.S. Naval Test Pilot School. Chari ha servito come comandante del 461-esimo squadrone di piloti collaudatori e direttore del personale di test per il progetto F-35 presso la Edwards Air Force Base in California.

Matthew Dominick, 35 anni, Tenente comandante della Marina, nato e cresciuto a Wheat Ridge, Colorado. Ha ottenuto una laurea in Ingegneria Elettrica dall’Università di San Diego e un Master in Ingegneria dei Sistemi dalla Naval Postgraduate School. Ha anche ottenuto le ali da viatore alla U.S. Naval Test Pilot School. Dominick si trovava in missione sulla portaerei USS Ronald Reagan con l’incarico di capo squadriglia dello Strike Fighter Squadron 115 quando ha ricevuto la notizia di essere stato selezionato.

Bob Hines, 42 anni, considera Harrisburg in Pennsylvania quale sua città di provenienza. Si è laureato alla Boston University in Ingegneria Aerospaziale. Ha poi proseguito i suoi studi presso la U.S. Air Force Test Pilot School e poi all’università dell’Alabama dove ha ottenuto il Master, sempre in Ingegneria Aerospaziale. Ha servito nell’Aeronautica Militare e nella riserva dell’Aeronautica per 18 anni. Nel corso degli ultimi cinque anni ha svolto il ruolo0 di pilota ricercatore per conto della NASA presso il Johnson Space Center.

Warren “Woody” Hoburg, 31 anni, proviene da Pittsburgh, Pennsylvania. Ha conseguito una laurea in Aeronautica e Astronautica dal MIT, e ha poi proseguito ottenendo un dottorato in Ingegneria Elettrica e Informatica dall’Università della California, Berkeley. E’ un pilota di aeroplani con licenza e ha una lunga esperienza come operatore in squadre di ricerca e soccorso. Hoburg si unirà ai colleghi cadetti lasciando il MIT, dove sta attualmente guidando un gruppo di ricerca come assistente professore di Aeronautica e Astronautica.

Giunti a metà dell’elenco, eccovi alcuni video formato “provino” dei candidati poco dopo essere stati informati di essere stati scelti.

 

Il Dr. Jonny Kim, 33 anni, arruolato in Marina Militare, è nato e cresciuto a Los Angeles, California. Dopo essere entrato nella U.S. Navy ha superato l’addestramento come Navy Seal e ha completato oltre 100 operazioni di combattimento guadagnando una Silver Star e una Bronze Star al valore. In seguito ha completato gli studi con una laurea in Matematica all’Università di San Diego e con un dottorato in medicina alla Harvard Medical School. Kim è un medico di medicina d’emergenza presso il Massachusetts General Hospital.

Robb Kulin, 33 anni, viene da Anchorage, Alaska. Ha conseguito una laurea in Ingegneria Meccanica dall’Università di Denver e ha completato un Master in Scienza dei Materiali seguto da un dottorato in Ingegneria presso l’Università della California di San Diego. Ha esperienza nel campo della perforazione dei ghiacci in Antartide presso il West Antarctic Ice Sheet e sui Ghiacciai Taylor, e come pescatore professionista a Chignic, Alaska. Dal 2011 Kulin lavora per SpaceX a Hawthorne, California, dove è leader del Team Ingegneri di Lancio.

Jasmin Moghbeli, 33 anni, maggiore del Corpo dei Marines, arriva da Baldwin, New York. Ha ottenuto una laurea in Ingegneria Aerospaziale e Tecnologie dell’Informazione al MIT, seguiti da un Master in Ingegneria Aerospaziale dalla Naval Postgraduate School. E’ diplomata con merito alla U.S. Naval Test Pilot School. La Moghbeli è impegnata nella campagna di test dell’elicottero H-1 e lavora in qualità di ufficiale all’avionica presso il Marine Operational Test and Evaluation Squadron 1 di Yuma, Arizona.

Loral O’Hara, 34 anni, viene da Sugar Land, Texas, Ha guadagnato una laurea in Ingegneria Aerospaziale all’Università del Kansas ed un Master in Astronautica ed Aeronautica alla Purdue University. Da studentessa ha preso parte alle campagne di volo parabolico sponsorizzate da NASA a bordo dek KC-135 del programma Reduced Gravity Student Flight Opportunities, e un internato al JPL. La O’Hara è attualmente una ricercatrice all’Istituto Oceanografico Woods Hole di Wood Hole, Massachusetts.

Il dott. Francisco “Frank” Rubio, 41 anni maggiore dell’Esercito americano è originario di Miami, Florida. Ha ottenuto una laurea in Medicina dalla Uniformed Services University per le Scienze Mediche. Rubio ha accumulato oltre 1.100 ore di volo con elicotteri, di cui 600 in operazioni di combattimento e in scenari ad alto rischio. Attualmente opera come chirurgo del terzo battaglione dell’Esercito del decimo gruppo Special Forces di Fort Carson, Colorado.

Jessica Watkins, 29 anni, arriva da Lafayette, Colorado. Si è laureata alla Stanford University in Scienze Ambientali e Geologiche, e ha poi proseguito ottenendo un dottorato in Gelolgia dall’Università della California di Los Angeles. Watkins ha lavorato presso l’Ames Research Center di NASA e presso il JPL, ed attualmente ricopre l’incarico di associato al CalTech dove collabora al programma Mars Science Laboratory – Curiosity.

Fonte: NASA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=26677.0

Marco Zambianchi

Spacecraft Analyst per la missione Gaia presso ESA/ESOC, è fondatore di ForumAstronautico.it, e co-fondatore di AstronautiCAST. Conferenziere di astronautica al Planetario di Lecco fino al 2012, scrive ora su AstronautiNEWS ed è Presidente dell'associazione ISAA.

Una risposta

  1. Proxima8 ha detto:

    Nella scheda di Robb Kulin c’è una data sbagliata, il 2001.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.