ULA sceglie Orbital ATK per i boosters dei vettori del futuro

Un rendering del liftoff del nuovo vettore Vulcan di ULA (C) ULA.

La ULA (United Launch Alliance) di Centennial, Colorado e la Orbital ATK Inc. di Dulles, Virginia, hanno annunciato lo scorso 22 Settembre la loro partnership strategica a lungo termine, in cui l’azienda di Dulles diventerà l’unico fornitore di boosters a propellente solido per i vettori Atlas V e Vulcan di ULA, a partire dal 2019, quando saranno pronti i nuovi propulsori.

Secondo quanto dichiarato Tory Bruno, presidente ed amministratore delegato di ULA, la Orbital ATK è il partner perfetto grazie alla sua forza, alle sue innovazioni ed alla sua capacità di ridurre i costi. “Ci siamo affidati per decenni alla sua leadership nella tecnologia industriale dei motori a razzo e riteniamo sia adatta a supportare i nostri piani di lanci del futuro.”

Nell’ambito di questa partnership, Orbital ATK sta investendo nella progettazione, sviluppo e qualifica di due nuovi motori a razzo aventi delle analogie di design tra loro e che sfruttano la tecnologia collaudata dei motori a propellente solido dell’azienda. Questi propulsori contribuiranno significativamente ad abbassare i costi per i lanci governativi e per quelli di ULA. Essi verranno impiegati per i veicoli Atlas V e Vulcan, e verranno inoltre messi a disposizione a livello commerciale anche per altri clienti.

Anche secondo David W. Thompson, presidente ed amministratore delegato di Orbital ATK, questa nuova partnership strategica potrà offrire ai clienti di entrambe le aziende un migliore accesso allo spazio mantenendo elevati gli standard di affidabilità della missione.

Lo sviluppo dei nuovi boosters a propellente solido inizierà immediatamente al fine di supportare la loro introduzione sull’Atlas V alla fine del 2018 e sul Vulcan, per la metà del 2019. Il vettore della prossima generazione Vulcan di ULA trasformerà i lanci governativi e commerciali del futuro, rendendoli più affidabili, accessibili e commercialmente disponibili.

La nostra capacità di collocare i satelliti di importanza critica per la sicurezza nazionale e quelli scientifici o commerciali sulle loro orbite corrette per ciascuna missione, è caratterizzata da rischi e sfide ed ULA ha compiuto il proprio dovere ogni volta.” Ha detto ancora Bruno. “Questa affidabilità continuerà mentre sviluppiamo il giusto veicolo con il giusto team.”

Questo nuovo accordo sui boosters a propellente solido espande le esistenti relazioni di lunga data fra ULA ed Orbital ATK che già includono la fornitura di strutture in composito, ugelli, serbatoi per il propellente e motori per la separazione dei boosters per le versioni correnti dei razzi Delta IV e Atlas V. Inoltre, ULA fornirà due vettori Atlas per il lancio della capsula Cygnus della Orbital ATK per le missioni cargo verso l’International Space Station per conto della NASA, previste per la fine del 2015 e l’inizio del 2016. Orbital ATK dal canto suo, sta sviluppando un terzo stadio completamente integrato, per il lancio della missione Solar Probe Plus dell’agenzia spaziale statunitense con un Delta IV di ULA, nel 2018.

ULA ha una forte tradizione nella fornitura di servizi di lancio affidabili al Governo degli Stati Uniti nell’ambito del programma Evolved Expendable Launch Vehicle (EELV). Il programma EELV è stato stabilito dall’USAF (United States Air Force) per fornire accesso sicuro allo spazio per il Deprtment of Defense e per gli altri payloads governativi. La compagnia ha recentemente festeggiato il 99esimo lancio avvenuto con successo fin dalla sua fondazione, avvenuta nel 2006.

Fonte: ULA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=24170.0

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.