L+148: Nuovi affascinanti esperimenti: BRICS 21 e Synthetic Muscle

Samantha Cristoforetti inietta il terreno di coltura nell'esperimento BRIC 21. Credi: ESA/NASA
Samantha Cristoforetti inietta il terreno di coltura nell'esperimento BRIC 21. Credi: ESA/NASA

Dal Diario di bordo di Samantha Cristoforetti (nota scritta il 20/04/2015):

Avamposto Spaziale ISS. Orbita Terrestre—Giorno di missione da 148 (20 aprile 2015)—Un’intensa giornata di scienza e logistica per iniziare la mia settimana.

Lo scaricamento di Dragon continua, ieri ho avuto nel mio programma un’ora di operazioni di trasferimento. Guardando Dragon potreste pensare che abbiamo già fatto molti progressi nel disimballaggio, ma in realtà abbiamo barato un po’. Molte borse sono state prelevate e stivate temporaneamente sulla ISS, in modo che potessimo accedere a un’altra parte del carico con il materiale scientifico urgente. Ma naturalmente, non si disimballeranno da sole… e alcune sono enormi, credetemi. Le chiamiamo borse MO e potrei stare confortevolmente all’interno di quella più piccola!

Oggi mi sono occupata anche di un tipo particolare di carico, i frigoriferi Polar. Devono essere trasferiti alla ISS ma, visto che vengono alimentati elettricamente all’interno di Dragon e contengono scorte refrigerate, devono essere spostati e reinstallati rapidamente, per minimizzare il periodo in cui rimangono senza alimentazione.

Oggi ho avuto anche due attività scientifiche per gli esperimenti BRIC 21 e Synthetic Muscle [muscolo sintetico—N.d.T.]. BRIC sta per Biological Research in Canisters [ricerca biologica in contenitori—N.d.T.]: nella foto potete vedere una delle unità BRIC.

Questa specifica sessione studia i microbi e come si adattano all’ambiente spaziale, con particolare attenzione allo sviluppo della resistenza agli antibiotici. Avete probabilmente sentito che questa è una particolare fonte di preoccupazione in ambito sanitario di questi tempi, e abbiamo veramente bisogno di capire meglio come gli agenti patogeni diventino resistenti agli antibiotici.

Fare ricerca con gli agenti patogeni sulla ISS comporta alcune complicazioni, perché bisogna fornire alle colture microbiche un terreno di coltura in cui crescere: se l’equipaggio deve farlo manualmente, come è spesso il caso, l’operazione deve avvenire nella scatola a guanti per assicurare il contenimento dei microorganismi pericolosi. Qui è dove torna utile BRIC: usando un attrezzo specializzato, come potete vedere nella foto, gli astronauti possono spingere un pistone e iniettare i terreni di coltura necessari senza mai violare i tre livelli di contenimento richiesti dagli standard di sicurezza della ISS. È molto veloce ed efficiente!

Ma scommetto che volete sapere di Synthetic Muscle… beh, in pratica Dragon ci ha portato alcuni campioni di un materiale speciale che potrebbe essere utilizzato per riprodurre il tessuto muscolare. È un polimero elettroattivo: potete farlo contrarre ed espandere applicando delle correnti elettriche differenti. A me ricorda certamente molto il muscolo, non è così?

Le applicazioni sulla Terra sono nel campo delle protesi, naturalmente, ma stiamo anche verificando come questo materiale reagisca quando è esposto alla radiazione cosmica e solare quassù, perché potrebbe forse essere impiegato nei robot per incrementarne la mobilità. Straordinario, vero?

Nota originale in inglese, traduzione italiana a cura di Paolo Amoroso—AstronautiNEWS. Leggi il Diario di bordo di Samantha Cristoforetti e l’introduzione.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=23410.0

Samantha Cristoforetti

Dal 2009 è un’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Il lancio della sua prima missione, in cui trascorrerà circa sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale, è previsto per il 24 novembre 2014. È inoltre un ufficiale pilota dell’Aeronautica Militare Italiana con il grado di Capitano.

Potrebbero interessarti anche...

  • ste

    muscoli sintetici…interessante.