Partita la Sojuz TMA-16M, inizia la missione One Year

[L’articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale] I tre nuovi membri dell’equipaggio di Expedition 43 Scott Kelly, Mikhail Kornienko e Gennady Padalka sono partiti alla volta della Stazione Spaziale Internazionale dal cosmodromo di Bajkonur, in Kazakhstan, alle 20:42 ora italiana (le 01:42 del 28 marzo locali). Kelly e Kornienko saranno protagonisti di una missione della durata di un anno, che aiuterà gli scienziati a comprendere meglio come il corpo umano reagisca e si adatti alle peculiarità dell’ambiente spaziale.

15-053d
Scott Kelly, astronauta NASA, ripreso nell’abitacolo della Sojuz pochi istanti prima del lancio.

Il secondo cosmonauta russo e comandante della navicella, Gennady Padalka, resterà a bordo della ISS per i canonici sei mesi. L’attracco alla ISS è programmato per le 02:36 italiane, sei ore circa dopo il lancio, mentre l’apertura dei portelli è prevista per le 04:15. Tutte le fasi saranno come sempre trasmesse in diretta dallo steaming di NASA Tv.

Con l’arrivo di Kelly, Kornienko e Padalka l’equipaggio della Stazione tornerà ad essere di sei unità. A bordo infatti sono già presenti il comandante Terry Virts, di NASA, Samantha Crisotoforetti di ESA, e Anton Shkaplerov di Roscosmos, che sono arrivati lo scorso novembre.

Il punto focale della lunga permanenza di Scott Kelly e di Mikhail Kornienko, pari a circa 342 giorni, sono gli esperimenti di fisiologia umana che forniranno nuovi elementi sulle capacità del corpo di adattarsi alla microgravità, all’isolamento, alle radiazioni e allo stress tipico di un volo di lunga durata.

Samantha Cristoforetti e Terry Virts sono riusciti a scorgere il bagliore dei motori a razzo del vettore Sojuz mentre volavano sopra al cosmodromo di Bajkonur. Ecco i loro Tweet.

Virts, Cristoforetti e Shkaplerov faranno ritorno in maggio. Il comando dell’avamposto spaziale passerà allora a Gennady Padalka, dando ufficialmente inizio a Expedition 44 e raggiungendo per primo il record di due comandi della ISS. Padalka tornerà a sua volta in settembre, mentre Kelly e Kornienko resteranno fino al marzo 2016.

Tutti i dati raccolti grazie alla “One Year Mission” saranno utilizzati per verificare se è possibile ridurre i rischi per le future missioni di lunga durata, necessarie per raggiungere punti molto lontani, nello spazio profondo.

Anche il fratello gemello di Kelly, Mark Kelly, a sua volta ex astronauta della NASA, parteciperà ad una serie di studi genetici comparativi che prevedono analisi del sangue ma anche test psicofisici. I dati dei due fratelli saranno poi comparati al fine di evidenziare ogni possibile anomalia relazionabile con la permanenza di Scott sulla ISS.

L’equipaggio di Expedition 43 e 44 sarà naturalmente impegnato, in parallelo, con una serie di esperimenti già progammati, tra cui lo studio delle meteore che entrano nell’atmosfera terrestre e la sperimentazione di alcuni materiali sintetici dalle proprietà elastiche simili a quelle dei muscoli umani.

Sono poi previsti gli arrivi della capsula cargoDragon di SpaceX e della russa Progress, che consegneranno svariate tonnellate di materiali, provviste, esperimenti e consumabili. Non sono invece programmate, al momento, altre attività extraveicolari.

Di seguito, un video esplicativo della “One Year Mission” e gli spettacolari replay del lancio.

Credits:

  • Immagine in evidenza: NASA/Bill Ingalls
  • Video: NASA Tv

  Questo articolo è copyright dell'Associazione ISAA 2006-2023, ove non diversamente indicato. - Consulta la licenza. La nostra licenza non si applica agli eventuali contenuti di terze parti presenti in questo articolo, che rimangono soggetti alle condizioni del rispettivo detentore dei diritti.

Commenti

Discutiamone su ForumAstronautico.it

Marco Zambianchi

Ground Systems Engineer presso ESA/ESOC, ha fatto parte dei Flight Control Team di INTEGRAL, XMM/Newton e Gaia. È fondatore di ForumAstronautico.it e co-fondatore di AstronautiCAST. Conferenziere di astronautica al Planetario di Lecco fino al 2012, scrive ora su AstronautiNEWS ed è Presidente dell'associazione ISAA.