Ai voti il nome del nuovo razzo di ULA

Lunedì scorso, 23 marzo 2015, la società americana ULA (United Launch Alliance) ha indetto una votazione fra il pubblico americano per scegliere il nome del suo futuro razzo, al momento conosciuto semplicemente come NGLS (Next Generation Launch System).

Inizialmente la lista dei nomi fra cui si poteva scegliere era composta da Eagle (aquila), Freedom (libertà) e GalaxyOne (Galassia1). Questi tre nomi sono stati selezionati fra oltre 400 sottoposti a ULA all’inizio dell’anno da parte dei suoi 3.400 dipendenti ed altri appassionati di spazio. Da giovedì 26 marzo la lista è però stata ampliata a cinque nomi accettando la richiesta del pubblico americano di avere maggiori possibilità di scelta. Una commissione interna di ULA ha scelto i due nuovi nomi aggiuntivi proponendo Vulcan (Vulcano) e Zeus. Il primo era il dio del fuoco nella mitologia dell’Antica Roma, mentre il secondo era il re di tutti gli dèi nell’Antica Grecia.

Il termine Vulcano richiama anche la razza aliena umanoide di cui faceva parte il personaggio di Spock (interpretato da Leonard Nimoy, morto lo scorso 27 febbraio all’età di 83 anni) nella serie televisiva Star Trek. I due nuovi nomi potrebbero consentire di proseguire nella tradizione di battezzare i razzi americani con nomi derivati dalle antiche mitologie, come Jupiter (Giove) Atlas (Atlante), Titan (Titano), Thor, Saturn (Saturno), Pegasus (Pegaso) e Minotaur (Minotauro).

La votazione si chiuderà il prossimo 6 aprile ed il nome del nuovo razzo verrà reso noto il 13 aprile, assieme a maggiori dettagli riguardanti il progetto ed i componenti del razzo stesso.

Il nuovo razzo, il cui primo volo è previsto per il 2019, è destinato a sostituire nel corso del decennio 2020 gli attuali Atlas 5 e Delta IV grazie ai quali ULA ha effettuato fino ad ora ben 94 lanci, tutti coronati da successo. Fra i vari carichi portati nello spazio grazie a ULA ci sono tutti i 57 satelliti GPS lanciati fino ad ora così come i rover marziani e la sonda New Horizons che fra pochi mesi raggiungerà Plutone.

Con l’introduzione del nuovo razzo, ULA è intenzionata a mantenere la leadership nel settore dei lanci governativi e di contrastare in quello dei lanci commerciali il razzo Falcon sviluppato da SpaceX, la quale ha scelto la saga cinematografica di Star Wars per battezzare il proprio razzo, il cui nome deriva dall’astronave Millennium Falcon protagonista delle pellicole.

Fonte: Parabolic Arc

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=23289.0

Paolo Baldo

Sono nato a Trento, dove vivo e lavoro. Fra i miei molti interessi l'astronautica occupa un posto privilegiato. La mia passione mi ha portato ad incontrare molti astronauti (di tutti i programmi spaziali occidentali, dal Mercury all'ISS) in svariati eventi pubblici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.