Vostochny, il punto della situazione

1092px-Map_of_Russia_-_Amur_Oblast_(2008-03).svg
1092px-Map_of_Russia_-_Amur_Oblast_(2008-03).svg

Lo sviluppo del nuovo cosmodromo russo di Vostochny quest’anno entrerà in una fase decisiva con il completamento delle infrastrutture in cemento della rampa per i vettori Soyuz-2, permettendo quindi l’installazione delle strutture di lancio.

Vostochny 2014 image002

Vostochny Soyuz launch pad

Situato nella regione orientale dell’Amur Oblast ad una latitudine di 51°, Vostochny ridurrà la dipendenza dallo storico cosmodromo di Baikonour in Kazakhstan a partire dal 2015 con il lancio di un vettore Soyuz-2, delle 7 rampe previste due saranno destinate ai lanci con equipaggio.
Attualmente il governo russo, che utilizza anche il cosmodromo di Plesetsk, paga $115 milioni per l’affitto di Baikonour ed intende spostare il 45% dei propri lanci a Vostochny, aumentare quelli di Plesetsk al 44% e quindi ridurre la dipendenza dal Kazakhstan all’11% entro il 2020.

I lavori sono iniziati nel gennaio 2011 con uno stanziamento di $4.88 miliardi fino al 2015. Attualmente il progetto occupa più di 5000 persone, che verranno presto incrementate fino a 7000.
Oltre alla già citata rampa di lancio Soyuz-2, i lavori si stanno concentrando sulle strutture della processing area dei vettori, degli upper stages e delle capsule, il centro rifornimento carburanti, la sede amministrativa, la rete ferroviaria interna e verso la vicina città di Uglegorsk, l’autostrada ed il nuovo aeroporto.

Vostochny 2014 storage_01_1

Processing facility

Nonostante le rigide tempreature invernali che toccano i -40°c i lavori stanno proseguendo quasi regolarmente, il cantiere della rampa Soyuz-2 è stato formito di un particolare rivestimento riscaldato che impedisce alle colate di cemento di congelare.

Il Presidente Vladimir Putin più volte si è recato sul posto ed ultimamente ha spronato la dirigenza dell’Agenzia Spaziale Russa per mantenere nei tempi previsti le scadenze dei lavori, che secondo l’amministratore dell’agenza Oleg Ostapenko, sono in anticipo di un paio di mesi sulle previsioni.

Vostochny 2014 soyuz_pad_01_1

Vostochny 2014 Soyuz pad

L’anno passato, secondo i dati del comitato parlamentare per l’industria, il progetto subiva un sottofinanziamento, dovuto all’aumento di alcuni costi, per circa $702.5 milioni che causerebbe un ritardo di tre o quattro anni sul completamento.
La causa principale è da ricercarsi nell’elevato costo del trasporto di alcuni materiali che devono arrivare dall’ovest, infatti solo il 30% del materiale richiesto può essere fornito dalle industrie della zona.

Secondo le stime il completamento è previsto per il 2018.

Fonte: RussianSpaceWeb
Foto credits: Spetssroi, RussianSpaceWeb

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=20907.0

Simone Montrasio

Appassionato di astronautica fin da bambino, gli studi ed il lavoro mi hanno tenuto occupato nel settore chimico industriale fino al 2011 quando ho deciso di cambiare completamente vita e dedicarmi alla campagna. Collaboro felicemente con AstronautiNEWS dalla sua fondazione con una pausa sabbatica tra il 2011 ed il 2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.