L-294: Un assaggio di quello che offre il menu russo

Samantha Cristoforetti a una sessione di assaggio di cibo spaziale russo a Star City. Fonte: Samantha Cristoforetti
Samantha Cristoforetti a una sessione di assaggio di cibo spaziale russo a Star City. Fonte: Samantha Cristoforetti

Dal Diario di bordo di Samantha Cristoforetti:

Star City (Mosca, Russia), 3 febbraio 2014—Oggi sono stata invitata a pranzo!

Fra i corsi della mattina e del pomeriggio Anton e io abbiamo avuto una sessione di assaggio del cibo russo qui a Star City. Ci ha raggiunti il nostro equipaggio di backup: Oleg, Kimya and Kjell. Solo il nostro compagno di equipaggio Terry mancava!

Samantha Cristoforetti a una sessione di assaggio di cibo spaziale russo a Star City. Fonte: Samantha Cristoforetti

Una sessione di assaggio di cibo spaziale russo. Fonte: Samantha Cristoforetti

Questo è il primo di otto “pranzi spaziali” in cui saremo invitati a provare e valutare il menu russo. Come astronauta europea mangerò principalmente il menu della NASA e il cibo bonus dell’ESA a bordo, ma è bene sapere cosa hanno da offrire i colleghi russi. Sono sicura che avvengono molti scambi di cibo a bordo!

Samantha Cristoforetti a una sessione di assaggio di cibo spaziale russo a Star City. Fonte: Samantha Cristoforetti

Una sessione di assaggio di cibo spaziale russo. Fonte: Samantha Cristoforetti

Alcune delle razioni di cibo verranno reidratate, altre saranno termostabilizzate e avranno bisogno solo di essere riscaldate. Diversamente dalle pietanze termostabilizzate della NASA e dell’ESA, che sono confezionate in sacche, quelle russe generalmente sono disponibili in scatolette non molto diverse da quelle delle vostre tipiche scatolette di tonno del supermercato.

Nota originale in inglese, traduzione italiana a cura di Paolo Amoroso—AstronautiNEWS. Leggi il Diario di bordo di Samantha Cristoforetti e l’introduzione.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=20915.0

Samantha Cristoforetti

Dal 2009 è un’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Il lancio della sua prima missione, in cui trascorrerà circa sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale, è previsto per il 24 novembre 2014. È inoltre un ufficiale pilota dell’Aeronautica Militare Italiana con il grado di Capitano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.