Cygnus ha raggiunto la Stazione Spaziale

Cygnus, il veicolo spaziale di Orbital Science, ha raggiunto con successo la ISS alla quale si trova ora saldamente ancorato, coronando con successo il primo volo in assoluto previsto dal contratto CRS che l’azienda statiunitense ha stipulato con la NASA per rifornire l’avamposto orbitale.

Dopo aver completato autonomamente il rendezvous e le manovre finali di avvicinamento, giunta a 10 metri circa dalla Stazione la navetta cargo è stata afferrata dal braccio robotico Canadarm sotto il controllo degli astronauti di Expedition 38, che hanno poi completato l’agganciamento con il boccaporto di nadir del modulo Harmony poco dopo le 14 ora italiana.

Ecco il video che documenta il momento dell’aggancio.

Grande soddisfazione in casa Orbital, che centra al primo colpo l’obiettivo della missione dimostrando la bontà della sua tecnologia sia per quanto riguarda il lanciatore (Antares) che la capsula pressurizzata.

Cygnus resterà collegato alla ISS fino al 18 febbraio, consegnando un carico pari a 1.260 kg tra rifornimenti ed esperimenti scientifici. L’equipaggio accederà al modulo già nella giornata di domani, lunedì 13 gennaio, e per i prossimi 37 giorni provvederà a scaricarne il contenuto per sostituirlo gradualmente con una quantità equivalente di rifiuti e materiale inutilizzabile. Cygnus concluderà infine la sua missione con un rientro sicuro, controllato autodistruttivo sopra l’Oceano Pacifico.

Marco Zambianchi

Spacecraft Analyst per la missione Gaia presso ESA/ESOC, è fondatore di ForumAstronautico.it, e co-fondatore di AstronautiCAST. Conferenziere di astronautica al Planetario di Lecco fino al 2012, scrive ora su AstronautiNEWS ed è Presidente dell'associazione ISAA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.