ISS Weekly Status Report – 01.2014

ISS, Shuttle ed ATV

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

25 novembre

Circadian Rhythms
Venerdì scorso, l’ingegnere di volo (FE-6) Wakata non era stato in grado di completare la sua prima sessione di 36 ore  relativa ai ritmi circadiani a causa di un problema con l’unità di controllo Thermolab. Gli specialisti a Terra ne stanno ancora indagando le cause.

4K Camera Checkout
Wakata ha proseguito i controlli alla fotocamera 4K della JAXA installata in Cupola, verificando le capacità di regolazione  a distanza e quelle di autoscatto.  L’attività è stata svolta in preparazione dell’evento PAO live di JAXA in programma per il 4 dicembre 2013. Durante l’evento verranno mostrate le immagini e le riprese video della cometa ISON catturate dal sistema ad Ultra Alta Definizione 4K.

Body Measures
Wakata, con l’assistenza di (FE-3) Hopkins, ha predisposto le telecamere e la strumentazione prevista per raccogliere  foto e misure delle dimensioni del proprio corpo. E’ ormai noto che in orbita il fisico degli astronauti subisce variazioni nelle dimensioni indotte dal vivere in ambienti  in microgravità. L’obiettivo di questo studio è raccogliere dati per meglio comprendere l’entità e la variabilità di questi cambiamenti. Questo studio è importante per poter predeterminare i cambiamenti che possono verificarsi durante il volo spaziale in missioni di lunga durata e per essere in grado di gestire le modifiche all’abbigliamento, alle postazioni di lavoro, etc.

Biological Experiment Laboratory (Biolab) Commissioning Day 1
(FE-5) Mastracchio ha completato la prima delle quattro giornate di attività necessarie a supportare la messa in  funzione di Biolab dell’ESA, posizionato nel modulo Columbus. Le attività svolte oggi hanno riguardato principalmente la preparazione del sistema per le prove che saranno affrontate le prossime due settimane.
E’ stato montato l’Experiment Container for Triplelux (il prossimo esperimento previsto), inserito un nuovo nastro per registrare le attività del Biolab Microscope ed installato nell’Automatic Ambient Stowage (AAS) un compartimento contenente diverse siringhe che verranno manipolate da Terra tramite il meccanismo di gestione remota di Biolab (Biolab‘s Handling Mechanism).
Biolab è una struttura di ricerca multiutente posta nel modulo Columbus dell’ESA che permette agli scienziati di  studiare gli effetti della microgravità e delle radiazioni spaziali su organismi unicellulari e pluricellulari, tra cui batteri, insetti, semi e cellule. BioLab permetterà agli scienziati di acquisire una migliore comprensione degli effetti delle radiazioni e della microgravità sugli organismi biologici.

Node 2 Joint Station LAN (JSL) Wire Harnesses
Hopkins ha installato due nuovi cablaggi JSL per collegare la paratia del Nodo 2 Nadir all’ISL Router dello stesso Nodo. I nuovi cavi forniranno connettività Ethernet ai veicoli spaziali che effettueranno il loro attracco al punto Nadir.  SpaceX-3, attualmente in programma per febbraio 2014, sarà il primo veicolo ad utilizzare questa connessione che verrà utilizzata per instradare i video di Dragon Trunk attraverso la JSL.

Internal Thermal Control System (ITCS) Leak Troubleshooting
Il circuito dell’ITCS è stato sdoppiato il 12 novembre nel tentativo di individuare una piccola perdita nel sistema. Questa attività ha permesso di evidenziare una diminuzione delle perdite. Questa mattina l’equipaggio ha notato del residuo  su un ITCS Sample Adapter, indicazione che questo potrebbe essere identificato come la possibile fonte delle perdite.
Un’ulteriore ispezione ha evidenziato che la valvola sull’adattatore non era completamente chiusa. L’equipaggio ha chiuso  la valvola ed il circuito ITCS è stato ripristinato nuovamente nella configurazione Single-Loop Low Temperature.
Gli specialisti a Terra controlleranno attentamente nei prossimi giorni l’andamento delle perdite.

Progress 53P Launch
Il cargo Progress 53P è stato lanciato oggi alle 02:53 CST ed ha effettuato un corretto inserimento orbitale dopo una ascesa nominale. La pianificazione prevede che il cargo esegua un fly-by della ISS mercoledì 27 novembre alle 15:53 ​​CST, mentre il docking è pianificato per venerdì 29 novembre alle 16:28 CST.

 

26 novembre

4K Camera Checkout
L’ingegnere di volo (FE-6) Wakata ha proseguito le attività di predisposizione della telecamera 4K dell’Agenzia Spaziale giapponese (JAXA) installata in Cupola.
Durante i controlli Wakata ha regolato con successo l’angolo di ripresa e verificato il corretto funzionamento della registrazione video, ma gli specialisti JAXA a Terra hanno riscontrato problemi con il downlink dei video ed ora sono in corso le analisi per determinare le cause dell’anomalia. Queste attività sono state svolte in preparazione dell’evento PAO live di JAXA in programma per il 4 dicembre 2013. Durante l’evento verranno mostrate le immagini video della cometa ISON catturate dal sistema ad Ultra Alta Definizione 4K.

Sprint VO2 Experiment
Wakata ha predisposto il Portable Pulmonary Function System (PPFS) per la prima delle sei sedute dell’esperimento  Sprint VO2 previste per lui.
L’esperimento, denominato Integrated Resistance and Aerobic Training Study (Sprint), valuta il metodo di allenamento ad alta intensità e bassi carichi previsto per minimizzare la perdita di funzione cardiovascolare e di massa muscolare negli astronauti impegnati in missioni di lunga durata.
Lo scopo a lungo termine di questo studio è l’identificazione delle opportune contromisure che gli equipaggi dovranno adottare quando impegnati in voli spaziali di lunga durata.

Material Science Laboratory (MSL) Solidification and Quench Furnce (SQF) Sample Cartridge Exchange
(FE-5) Mastracchio è riuscito a completare l’attività interrotta lo scorso venerdì riuscendo ad installare il campione # 10  del test denominato Microstructure Formation in Casting of Technical Alloys under Diffusive and Magnetically Controlled  Convective Conditions (MICAST)-2.
MICAST-2 è una ricerca finanziata da ESA che si propone di approfondire la comprensione dei principi fisici che regolano i processi di solidificazione delle leghe metalliche. In questi esperimenti, dove è indagata anche l’influenza di un campo magnetico rotante sul processo di solidificazione, la microgravità offre un’opportunità unica di ottenere condizioni di solidificazione ben controllate di queste leghe.

ICS-PM Power Control and Distribution Unit (IP-PCDU) Remove & Replace (R&R)
(FE-3) Hopkins ha sostituito il PI-PCDU. L’unità si era guastata nel luglio del 2011 ed un nuovo ricambio era giunto sulla ISS a bordo di HTV-4 all’inizio di quest’anno.
L’IP-PCDU alimenta il JEM Inter Orbit Communication System (ICS), una rete di comunicazione indipendente che permette un collegamento diretto tra il JEM ed il Tsukuba Space Center tramite i JAXA’s Data Relay Test Satellite (DRTS).

 

27 novembre

53P KURS-NA Checkout
La Progress 53P ha eseguito oggi un avvicinamento alla ISS ed un flyby. Questa modalità di avvicinamento alla ISS è stata utilizzata per controllare il nuovo sistema KURS-NA. Durante il flyby di oggi il punto di massimo avvicinamento alla ISS è stato di 1,6 km. Il sistema KURS-NA, in sviluppo per le Soyuz-MS/Progress-MS di prossima generazione, sostituirà le antenne KURS-A, attualmente in uso, dal momento che molti dei componenti di cui sono costituite non sono più in produzione.
I risultati preliminari di questo test confermano un funzionamento secondo le aspettative di progetto.

Binary Colloidal Alloy Test (BCAT)-C1 Sample Setup
L’ingegnere di volo (FE-5) Mastracchio ha iniziato la seconda sessione dell’esperimento BCAT-C1, patrocinato dall’Agenzia Spaziale canadese (CSA), attivando il campione n° 3.
Gli studi sperimentali denominati BCAT-C1 analizzano le nano particelle disperse in un liquido, noto come sospensione colloidale, che si trovano comunemente in prodotti commerciali come vernici, prodotti lucidanti, prodotti elettronici e prodotti alimentari.
Queste sospensioni hanno una proprietà unica, ovvero la capacità di autoassemblarsi in cristalli che interagiscono fortemente con la luce. Fotografare questi esempi in microgravità permette una misurazione più accurata di questi processi evitando gli effetti che queste particelle subirebbero se gli stessi test fossero effettuati sulla Terra con la gravità.

Sprint VO2 Experiment
(FE-6) Wakata ha eseguito la prima sessione delle sei previste dell’esperimento Sprint VO2.
L’esperimento denominato Integrated Resistance and Aerobic Training Study (Sprint) valuta il metodo di allenamento ad alta intensità e bassi carichi previsto per minimizzare la perdita di funzione cardiovascolare e di massa muscolare negli astronauti impegnati in missioni di lunga durata. L’obiettivo del ricercatore è quello di sviluppare ed ottimizzare una serie di esercizi quale contromisura da adottare nei voli spaziali di lunga durata.

Cosmo Shoot Checkout
Wakata ha proseguito le attività di verifica in preparazione dell’evento live del 4 dicembre quando verranno mostrate le immagini ed i video del passaggio della cometa ISON.
Lavorando in collaborazione con gli specialisti a Terra, Wakata ha configurato e verificato la videocamera HDTV, il microfono ed il computer portatile, dopodichè ha attivato con successo il downlink di un video. Tutta la flotta NASA dedicata all’osservazione solare (STEREO-A ,STEREO-B, Solar Dynamics Observatory ed il Solar and Heliophysics Observatory (SOHO) utilizzato da NASA in cooperazione con ESA) sarà impegnata nell’osservazione del passaggio della cometa ISON.

Biological Experiment Laboratory (Biolab) Commissioning Day 2
(FE-5) Mastracchio ha completato la seconda delle quattro giornate di attività necessarie alla messa in funzione di Biolab. Le attività svolte oggi hanno riguardato l’installazione del Triplelux Experiment Container (EC) e l’esecuzione di alcune verifiche di funzionalità.
Biolab è una struttura di ricerca multiutente, posta nel modulo Columbus dell’ESA, che permette agli scienziati di studiare gli effetti della microgravità e delle radiazioni spaziali su organismi unicellulari e pluricellulari, tra cui batteri, insetti, semi e cellule. BioLab permetterà agli scienziati di acquisire una migliore comprensione degli effetti delle radiazioni e della microgravità sugli organismi biologici.

NanoRacks BioRack Checkout
(FE-3) Hopkins ha verificato la connettività del BioRack posto nel NanoRacks, dopodichè ha installato la centrifuga BioRack. Completata l’installazione, Hopkins non ha potuto effettuare alcuna verifica poichè non è stato in grado di avviare la centrifuga. Gli specialisti a Terra stanno indagando l’anomalia. Queste attività sono propedeutiche all’arrivo dei campioni BioRack che giungeranno sulla ISS con la missione SpaceX-3.

Biological Rhythms 48 Hour Experiment
Wakata ha configurato ed indossato un Actiwatch, ha collegato alcuni elettrodi al petto ed indosserà per le successive 48 ore un Digital Walk Holter Electrocardiogram (ECG) per l’esperimento gestito dalla Agenzia Spaziale giapponese JAXA sui ritmi biologici. L’indagine prende in esame le variazioni circadiane della funzione cardiaca durante il volo spaziale.
I risultati saranno utilizzati per migliorare la tecnologia legata alla salute degli equipaggi impegnati in voli spaziali di lunga durata.
La ricerca dovrebbe fornire una migliore conoscenza dei cambiamenti delle funzioni autonome di ogni membro dell’equipaggio, prima, durante e dopo il volo spaziale e potrà essere usata per migliorare la tecnologia di assistenza sanitaria per i futuri membri dell’equipaggio della ISS.

Sabatier Check Valve Installation
Hopkins ha installato una valvola di blocco alla conduttura del CO2 al fine di contribuire a preservare il funzionamento del compressore Sabatier.
La nuova valvola impedisce che arrivi al compressore una contropressione. Nell’ambito di questa attività, Hopkins ha anche eseguito uno spurgo del compressore per espellere l’acqua che era nel sistema. Sabatier aveva segnalato la presenza di tracce di vapore acqueo provenienti dal CDRA.

Portable Emergency Provisions (PEPS)/Quick Don Mask Assembly (QDMA) Inspection
Mastracchio ha eseguito alcune verifiche ai PEPS ed ai QDMA. La verifica è stata successivamente estesa anche agli Estintori portatili (PFE) ed ai respiratori portatili (PBA).

 

29 novembre

53 Progress Docking
Il cargo Progress 53P è attraccato manualmente alla porta di poppa del Service Module alle 04:30 CST. Il veicolo, lanciato lunedi 25 novembre, ha trasportato sulla ISS più di 1400 kg di carico, tra questi una nuova Urine Processing Assembly (UPA) ed una nuova Fluids Control Pump Assembly (FCPA).

Multi-purpose Small Payload Rack (MSPR) Video Compression And Recording Unit (VCRU) Software Checkout
L’ingegnere di volo (FE-6) Wakata ha attivato i componenti MSPR ed ha modificato la configurazione software del computer portatile MSPR per il VCRU, effettuando al termine una verifica della nuova configurazione. Questa attività è stata svolta  in preparazione dell’esperimento Zebrafish Muscles che giungerà sulla ISS con la Progress 54 (54P). La piattaforma MSPR, posta nel Japanese Experiment Module (JEM), dispone di 2 aree ed un tavolo di lavoro che possono essere utilizzate  per una vasta gamma di esperimenti ambientali.

Binary Colloidal Alloy Test (BCAT)-C1 Experiment
(FE-5) Mastracchio ha completato la seconda sessione, dopo aver omogeneizzato il terzo campione dell’esperimento denominato BCAT-C1, raccogliendo nel frattempo le immagini ad alta definizione delle attività ed i risultati ottenuti. Gli studi sperimentali denominati BCAT-C1 analizzano le nano particelle disperse in un liquido, noto come sospensione colloidale, che si trovano comunemente in prodotti commerciali come vernici, prodotti lucidanti, prodotti elettronici e prodotti alimentari.
Queste sospensioni hanno una proprietà unica, ovvero la capacità di autoassemblarsi in cristalli che interagiscono fortemente con la luce. Fotografare questi esempi in microgravità permette una misurazione più accurata di questi processi evitando gli effetti che queste particelle subirebbero se gli stessi test fossero effettuati sulla Terra con la gravità.

eValuatIon And monitoring of microBiofiLms insidE the ISS (VIABLE) Experiment
Wakata ha ripassato le procedure relative all’esperimento denominato VIABLE dopodiché ha toccato con il palmo della mano i materiali sperimentali situati sul top cover di 4 sacchetti. Successivamente ha soffiato sui materiali sperimentali ed ha fotografato i sacchetti.
Questa attività viene eseguita ogni 45 giorni mentre i sacchetti sono fotografati ad intervalli di 6 mesi. La ricerca VIABLE analizza la formazione e lo sviluppo del biofilm microbico che si forma e deposita sui materiali metallici e tessili.
I biofilm microbici sono noti come causa di danni e contaminazione già dai tempi della stazione spaziale Mir. Il potenziale di applicazione di nuove metodologie e di nuovi prodotti per il trattamento di materiali spaziali può portare ad un miglioramento della qualità ambientale degli habitat umani nello spazio e sulla Terra.

Biological Rhythms 48 Hour Experiment
Wakata ha completato la sessione di 48 ore dell’esperimento gestito dalla Agenzia Spaziale giapponese JAXA sui ritmi biologici, salvando i dati memorizzati dal Digital Walk Holter Electrocardiogram. L’indagine prende in esame le variazioni circadiane della funzione cardiaca durante il volo spaziale.
I risultati saranno utilizzati per migliorare la tecnologia legata alla salute degli equipaggi impegnati in voli spaziali di lunga durata. La ricerca dovrebbe fornire una migliore conoscenza dei cambiamenti delle funzioni autonome di ogni membro dell’equipaggio, prima, durante e dopo il volo spaziale e potrà essere usata per migliorare la tecnologia di assistenza sanitaria per i futuri membri dell’equipaggio della ISS.

Biological Experiment Laboratory (BIOLAB) Commissioning Completion
Mastracchio ha eseguito lo swap dal Rotor A al Rotor B del Triplelux Experiment Containers (EC). Al termine delle verifiche effettuate dagli specialisti a Terra, l’equipaggio ha stivato l’equipaggiamento Biolab.
Biolab è una struttura di ricerca multiutente situata nel modulo Columbus dell’ESA che permette agli scienziati di studiare gli effetti della microgravità e delle radiazioni spaziali su organismi unicellulari e pluricellulari, tra cui batteri, insetti, semi e cellule. BioLab permetterà agli scienziati di acquisire una migliore comprensione degli effetti delle radiazioni e della microgravità sugli organismi biologici.

 

2 dicembre

On-board Training (OBT) Emergency Procedure Review
L’equipaggio della ISS ed i Flight Control Teams hanno esaminato i nuovi manuali delle procedure di emergenza. Gli argomenti contenuti in EMER-1a descrivono le procedure relative ai problemi di depressurizzazione, presenza di fuoco a bordo e la descrizione degli strumenti preposti per affrontare tali situazioni.
EMER-1b descrive le procedure relative alle emergenze elettriche, EMER-1c quelle relative al trattamento dell’ammoniaca ed EMER-2, disponibile solamente in formato elettronico, che descrive le procedure per i Flight Control Teams a Terra.

Spinal Ultrasound Scan Operations
L’ingegnere di Volo (FE-5) Mastracchio, con l’assistenza di (FE-3) Hopkins, ha effettuato la prima delle tre sessioni di ecografia spinale che dovrà effettuare nel corso della sua permanenza a bordo della ISS. Questa ricerca si propone di caratterizzare gli effetti della microgravità sulle alterazioni della colonna vertebrale durante e dopo il volo spaziale. I risultati di questa ricerca forniranno i dati necessari a migliorare il benessere degli equipaggi impegnati in missioni spaziali di lunga durata.

Capillary Flow Experiment (CFE) Interior Corner Flow (ICF)-8 Test
Oggi Hopkins ha predisposto ed avviato una nuova sessione dell’esperimento ICF-8 CFE. CFE ICF studia il flusso capillare negli angoli interni di recipienti con forme e dimensioni diverse. Il contenitore dell’esperimento ICF-8 ha alette allineate lungo il vertice di un cilindro svasato a forma di goccia.
Il liquido sale dal fondo del contenitore lungo i lati, con le bolle che si separano dal liquido nel passaggio da un lato all’altro anziché dal basso verso l’alto.
Questo studio intende analizzare come progettare le strutture interne dei serbatoi di combustibile per migliorare la gestione del propellente a bordo dei veicoli spaziali. Le equazioni che governano il processo sono conosciute ma, ad oggi, non sono state risolte analiticamente per mancanza di dati sperimentali che identificano le appropriate condizioni al contorno.

Cosmo Shoot
Wakata ha ricontrollato la telecamera 4K installata in Cupola in previsione delle riprese del passaggio della cometa ISON e per le future riprese in Ultra Alta Definizione.

Fonte : NASA

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.