L’X-37 B prende casa al Kennedy Space Center

La compagnia aerospaziale americana Boeing consoliderà la propria presenza presso il Kennedy Space Center, investendo in tecnologia e creando posti di lavoro a livello ingegneristico e nelle attività di supporto. Lo riferisce Doug Messier nell’articolo postato su parabolicarc.com lo scorso 4 Gennaio, riprendendo il comunicato ufficiale della multinazionale statunitense. I dettagli finanziari ed occupazionali non sono ancora stati rivelati.

24 Marzo 1979 - Il primo  Space Shuttle orbiter, Columbia, è arrivato al KSC dove ha trascorso 610 giorni nei preparativi per il suo primo volo, in una delle Orbiter Processing Facility.  (C) NASA

24 Marzo 1979 – Il primo Space Shuttle orbiter, Columbia, arriva al KSC dove trascorrerà 610 giorni nei preparativi per il suo volo inaugurale, in una delle Orbiter Processing Facility.
(C) NASA

Gli investimenti riguarderanno il progetto di conversione dell’Orbiter Processing Facility 1 (OPF-1), ovvero di uno dei tre hangars nei quali dei tecnici esperti e preparati eseguivano due terzi delle attività atte a preparare uno shuttle per lo spazio. La nuova struttura permetterà all’U.S. Air Force di gestire in maniera efficiente le fasi di atterraggio, recupero, rifornimento e nuovo lancio del X-37B Orbital Test Vehicle (OTV); il veicolo spaziale riutilizzabile non abitato e lungo quasi 9 metri, delle forze aeree statunitensi.

Ecco le dichiarazioni delle principali parti interessate al progetto:

  • “La scelta della Boeing di espandere ulteriormente la sua presenza nella Space Coast della Florida, valida la posizione da leader in campo aerospaziale dello stato americano. L’investimento della compagnia ed i posti di lavoro creati vanno ad aggiungersi a questo vasto settore.” Ha dichiarato Gray Swoope, presidente ed amministratore delegato di Enterprise Florida. “Siamo orgogliosi di avere Boeing come come leader aziendale nel nostro stato e ci aspettiamo che la forza lavoro presente in Florida, possa fare parte del futuro successo dell’azienda.”
  • “Questo progetto è stato un grande esempio del lavoro congiunto fra le varie agenzie locali e statali al fine di creare degli strumenti ottimali per i vari clienti.” Ha commentato Frank DiBello, presidente di Space Florida, l’autorità competente per lo spazioporto nonché l’agenzia per lo sviluppo aerospaziale. “La commercializzazione dell’OPF-1 tramite i fondi di Space Florida per questo progetto è stata un fattore critico per attirare la Boeing in Florida. Siamo lieti di vedere la nostra partnership con il Forida Department of Transportation e con le comunità locali attraverso i vari progetti per lo spazioporto contribuire significativamente alla continua crescita dell’economia aerospaziale della Florida.”
  • “Questa è una grande opportunità per impiegare la talentuosa forza lavoro della Contea di Brevard in supporto alla piattaforma di ricerca per i veicoli spaziali del futuro per la nostra nazione.” Questo il pensiero di Mary Bolin Lewis, presidente della Brevard County Board of Board of County Commissioners.
  • “Abbiamo visto l’impatto ed il pensiero visionario che la Boaing e l’Air Force portano alla Space Coast e siamo lieti di lavorare con NASA, Space Florida, Enterprise Florida e gli altri partners chiave sia statali che delle varie comunità per diversificare ulteriormente la nostra industria spaziale.” Ha detto Lynda Weatherman, presidente ed amministratore delegato dell’Economic Development Commission of Florida’s Space Coast. “Abbiamo a lungo pubblicizzato quanto attrattive siano la nostra infrastruttura unica e la nostra forza-lavoro, sia al settore privato che a quello militare e siamo eccitati che questo progetto si realizzi per entrambi questi settori ponendo le basi per una futura crescita.”

Come giustamente fa notare Messier, attualmente l’X-37B viene lanciato dalla Florida, ma viene fatto atterrare in California. Con questo nuovo investimento verranno consolidate entrambe le operazioni poiché il veicolo verrà fatto atterrare sulla Shuttle Landing Facility del KSC.

 

Fonte: parabolicarc.com

Nell’immagine in evidenza, una rappresentazione artistica della navetta X-37B in volo. (C) NASA/Marshall Space Flight Center

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.