Proponi un nome per la missione di Samantha Cristoforetti

Samantha Cristoforetti nel simulatore Soyuz a Star City. Fonte: Samantha Cristoforetti
Samantha Cristoforetti nel simulatore Soyuz a Star City. Fonte: Samantha Cristoforetti

L’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e l’Aeronautica Militare Italiana (AMI) hanno indetto un concorso per scegliere il nome della missione spaziale dell’astronauta ESA Samantha Cristoforetti. Il lancio è previsto per la fine di novembre del 2014 dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan, a bordo della Soyuz TMA-15M.

Insieme con Cristoforetti, che avrà il ruolo di ingegnere di bordo, faranno parte dell’equipaggio della Soyuz TMA-15M il comandante della capsula, il cosmonauta Anton Shkaplerov (RSA), e l’astronauta Terry Virts (NASA). Raggiungeranno la Stazione Spaziale Internazionale per una missione di lunga durata nell’ambito della Expedition 42/43, la prima avventura di Cristoforetti nello spazio.

Samantha Cristoforetti spiega in un annuncio le caratteristiche che cerca per il nome:

Faccio quasi fatica a crederci, ma ormai manca soltanto poco più di un anno al giorno in cui Terry, Anton e io saremo ai nostri posti in cima ad un razzo Soyuz a Baikonour, pronti a partire alla volta della Stazione Spaziale Internazionale! non che stia contando i giorni… beh, forse li sto contando.

Come sapete, si tratta della Expedition 42/43. È ora di darle un nome.

Abbiamo già qualche idea, ma vorremmo sentirne molte di più!

Quando cerco di capire perché il volo spaziale mi affascina tanto, mi vengono in mente alcune parole che mi sono molto care e che trovo di ispirazione nella mia avventura. Mi piacerebbe che il nome della missione le riflettesse… almeno in parte, perché sono tante!

Eccole: ricerca, scoperta, scienza, tecnologia, esplorazione, ispirazione, meraviglia, avventura, viaggio, eccellenza, lavoro di squadra, umanità, entusiasmo, sogno. E anche la parola nutrizione, perché è un tema che approfondiremo durante la mia missione!

Potete mandarci la vostra idea entro il 22 novembre a urp_asi@asi.postacert.it indicando nell’oggetto “Proposta nome per la missione di Samantha Cristoforetti”.

Le proposte dovranno pervenire entro le ore 12:00 italiane di venerdì 22 novembre 2013. Le modalità di partecipazione al concorso sono riportate sul sito ASI.

Anche l’astronauta ESA Luca Parmitano ha invitato in un videomessaggio dalla ISS, dove si trova attualmente, a partecipare al concorso per dare un nome alla missione di Samantha Cristoforetti. La missione di Parmitano, dal nome Volare scelto con un concorso analogo vinto da Norberto Cioffi, sta per concludersi. Nel videomessaggio invita dunque a prepararsi a seguire l’avventura nello spazio del prossimo astronauta italiano.

Nata nel 1977 a Milano e cresciuta in Trentino, il Cap. Samantha Cristoforetti è un ufficiale pilota dell’Aeronautica Militare Italiana. Nel 2009 è stata selezionata come astronauta ESA insieme con il connazionale Luca Parmitano e altri quattro nuovi astronauti di altri paesi europei. La missione del novembre 2014, nella quale Cristoforetti diventerà la prima donna italiana a volare nello spazio, è frutto di un accordo bilaterale ASI-NASA.

Nel luglio del 2013, a 500 giorni dalla data prevista per il lancio, Cristoforetti ha iniziato una seguitissima iniziativa divulgativa, un diario giornaliero pubblico in inglese del suo addestramento. AstronautiNEWS cura e pubblica la traduzione italiana del diario di Samantha Cristoforetti (ripubblicato da Astrocupola), che viene tradotto anche in spagnolo e francese.

Fonte: ESA

Paolo Amoroso

Si occupa di divulgazione e didattica dell'astronomia e dello spazio. Attualmente collabora con il Planetario di Milano e fino al 2012 ha lavorato per il Museo Astronomico di Brera. Si interessa di astronomia, astronautica ed esplorazione dello spazio, scienza, Google, editoria digitale e tecnologie informatiche. È nel Direttivo dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA), per la quale svolge diverse attività fra cui la co-conduzione del podcast AstronautiCAST.

Una risposta

  1. kapa ha detto:

    Non è per niente semplice 😀 Ci ho pensato per una ventina di minuti ma è difficile “riassumere” tutte le parole proposte nella call.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.