La Sojuz cambia l’ormeggio

Tre membri dell’equipaggio di ISS sono entrati venerdì scorso a bordo di una capsula Sojuz per spostarla su di un altro ormeggio della stazione spaziale, in vista dell’arrivo dei 3 nuovi occupanti dell’avamposto orbitale questa settimana.
La capsula TMA-09M si è sganciata alle 0833 GMT dal modulo di ricerca russo Rassvet e, sotto la guida del veterano Fyodor Yurchikhin, si è allontanata di circa 150 metri prima di posizionarsi a poppa del complesso orbitante, allineandosi al portello di attracco del modulo Zvezda. A far compagnia a Yurchikhin c’erano Karen Nyberg ed il nostro Luca Parmitano; la manovra si è conclusa alle 0854 GMT, con qualche minuto di anticipo sul previsto. Sono seguite circa due ore di verifiche della pressurizzazione tra capsula e stazione prima che i tre venissero autorizzati ad aprire i portelli e rientrare sull’ISS.
Nel corso della manovra, gli altri tre residenti di ISS, Oleg Kotov, Sergei Ryazansky and Michael Hopkins sono rimasti a bordo. Si è trattato della prima operazione di questo genere sin dal 2010.
Ora il modulo Rassvet è pronto a ricevere la Sojuz TMA-11M, con i suoi occupanti Mikhail Tyurin, Rick Mastracchio e Koichi Wakata, attesi per il 7 novembre insieme alla fiaccola olimpica dei giochi invernali di Sochi 2014.
Yurchikhin, Nyberg e Parmitano, invece, si apprestano a lasciare lo spazio il prossimo 10 novembre, liberando così l’ormeggio di Zvezda per le prossime missioni automatiche di rifornimento con le capsule Progress.

  Ove non diversamente indicato, questo articolo è © 2006-2023 Associazione ISAA - Leggi la licenza. La nostra licenza non si applica agli eventuali contenuti di terze parti presenti in questo articolo, che rimangono soggetti alle condizioni del rispettivo detentore dei diritti.

Paolo Actis

Paolo ha collaborato con AstronautiNEWS dal maggio 2008 al dicembre 2017