L-416: In piscina per preparare una passeggiata spaziale

Samantha Cristoforetti e Terry Virts in una simulazione di EVA al NBL del JSC nella primavera del 2013. Fonte: NASA
Samantha Cristoforetti e Terry Virts in una simulazione di EVA al NBL del JSC nella primavera del 2013. Fonte: NASA

Dal Diario di bordo di Samantha Cristoforetti:

Johnson Space Center (Houston, USA), 11 ottobre 2013—Di ritorno a Houston e dritta al NBL per un approfondito corso preparatorio della mia sessione nella tuta EMU di martedì prossimo.

Terry e io faremo pratica di diversi compiti relativamente brevi, inclusi dispiegare dei cavi, sostituire e riposizionare una telecamera esterna, preparare un serbatoio di azoto per la rimozione con il braccio robotico, e sostituire un’unità esterna di conversione di potenza.

Mi sono anche immersa nella piscina con il mio istruttore Faruq, per avere una migliore panoramica delle postazioni di lavoro e i percorsi di traslazione. La postazione di lavoro della telecamera sul laboratorio USA è particolarmente impegnativa, perché ci sono pochissimi corrimano per tenersi mentre si lavora.

Allegata c’è una foto della precedente sessione con Terry la primavera scorsa.

Nota originale in inglese, traduzione italiana a cura di Paolo Amoroso—AstronautiNEWS. Leggi il Diario di bordo di Samantha Cristoforetti e l’introduzione.

  Copyright Associazione ISAA 2006-2021 - Vedi qui i dettagli della licenza.

Samantha Cristoforetti

Ingegnere ed ex ufficiale dell'Aeronautica Militare, dal 2009 è un’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Ha volato nello spazio per 199 giorni, dal 23 novembre 2014 all'11 giugno 2015 per la missione Futura, svoltasi a cavallo tra Expedition 42 ed Expedition 43.

2 Risposte

  1. Duncan Dickson ha detto:

    Go Go Samantha

  2. carmelo pugliatti ha detto:

    Samantha,è più comoda la tuta Americana EMU o la Russa Orlan?
    In quale ci si stanca di meno durante l’EVA,e quale ha la maggiore mobilità.
    Potresti indicarci pregi e difetti di entrambe le tute?