L-415: In attesa della tuta Sokol numero 422

Samantha Cristoforetti nella sessione per la preparazione della forma del seat liner presso Svesda. Fonte: Samantha Cristoforetti
Samantha Cristoforetti nella sessione per la preparazione della forma del seat liner presso Svesda. Fonte: Samantha Cristoforetti

Dal Diario di bordo di Samantha Cristoforetti:

Houston (USA), 12 ottobre 2013—Ho appena finito di riordinare le foto della sessione di preparazione della forma del rivestimento del seggiolino che ho fatto a Mosca la settimana scorsa.

Si è svolta presso le strutture dell’azienda Звезда (Svesda = Stella) nella città di Томилино (Tomilino) alla periferia di Mosca. Звезда fabbrica tute spaziali e rivestimenti dei seggiolini dagli albori del volo spaziale umano, così potrebbe capitare di trovarvi su una bilancia che è stata usata per pesare i cosmonauti fin dal 1961!

Potete vedere le foto dell’intero processo qui.

Basandosi sulla forma e le misure che hanno preso, le brave maestranze di Звезда fabbricheranno per me la tuta Sokol n. 422 e il seggiolino n. 650. L’ho fatta la domanda: perché i numeri non corrispondono? Sembra che la numerazione dei seggiolini a un certo punto abbia fatto un salto a 500 per contrassegnare l’introduzione di un nuovo modello.

Sarò di ritorno in un altro momento nei prossimi mesi per provare la tuta nella camera a vuoto.

Nota originale in inglese, traduzione italiana a cura di Paolo Amoroso—AstronautiNEWS. Leggi il Diario di bordo di Samantha Cristoforetti e l’introduzione.

Samantha Cristoforetti

Dal 2009 è un’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Il lancio della sua prima missione, in cui trascorrerà circa sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale, è previsto per il 24 novembre 2014. È inoltre un ufficiale pilota dell’Aeronautica Militare Italiana con il grado di Capitano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.