L-438: Addestramento alle emergenze di ATV

Samantha Cristoforetti installa il filtro dell’aria nel mockup di ATV in una sessione di addestramento all’EAC di Colonia. Fonte: Samantha Cristoforetti
Samantha Cristoforetti installa il filtro dell’aria nel mockup di ATV in una sessione di addestramento all’EAC di Colonia. Fonte: Samantha Cristoforetti

Dal Diario di bordo di Samantha Cristoforetti:

European Astronaut Centre (Colonia, Germania), 19 settembre 2013—Oggi ancora addestramento su ATV con Sasha!

Abbiamo iniziato ad approfondire il mondo dei malfunzionamenti del rendezvous e dell’attracco: tutti quegli scenari che ci richiederebbero di inviare un comando manuale per interrompere l’avvicinamento di ATV.

Abbiamo anche avuto una simulazione di valutazione sulle emergenze di ATV, in particolare i casi di incendio in ATV e di depressurizzazione della Stazione con una perdita localizzata in ATV.

Molte procedure d’emergenza sono comuni agli interventi generici sull’intera stazione su cui ci addestriamo a Houston, ma ci sono alcune peculiarità relative ad ATV. Quella principale è che si tratta di un veicolo che può, e deve eventualmente sganciarsi dalla Stazione. Se state per chiudere il portello di ATV in un’emergenza sapendo che non lo aprirete più, farete bene ad assicurarvi di lasciare il veicolo in una configurazione in cui possa essere sganciato in sicurezza e volare autonomamente fino al rientro atmosferico!

Tutte le procedure di ingresso su cui abbiamo lavorato ieri sono state molto utili per la simulazione di oggi, perché avevamo familiarità con la disposizione dell’equipaggiamento. Nella foto, potete vederci lavorare ieri all’installazione del filtro dell’aria.

Nota originale in inglese, traduzione italiana a cura di Paolo Amoroso—AstronautiNEWS. Leggi il Diario di bordo di Samantha Cristoforetti e l’introduzione.

  © 2006-2021 Associazione ISAA - Alcuni diritti sono riservati.

Samantha Cristoforetti

Ingegnere ed ex ufficiale dell'Aeronautica Militare, dal 2009 è un’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Ha volato nello spazio per 199 giorni, dal 23 novembre 2014 all'11 giugno 2015 per la missione Futura, svoltasi a cavallo tra Expedition 42 ed Expedition 43.