SpaceX vuole costruire un nuovo sito per lanci orbitali in Texas

Space Exploration Technologies Corp., meglio conosciuta come SpaceX, stà valutando l’opportunità di costruire in Texas un nuovo sito di lancio per i propri vettori.

La notizia è stata rivelata lo scorso 9 aprile da un documento della Federal Aviation Administration (FAA) il cui contenuto era una dettagliata analisi di impatto ambientale, azione necessaria come preliminare alla vera e propria edificazione.

In accordo con la FAA il sito sorgerebbe a Brownsville, capoluogo della contea di Cameron situato nella parte meridionale del Texas, e verrebbe utilizzato per lanci orbitali e suborbitali con decolli di velivoli che sorvolerebbero direttamente il Golfo del Messico.
Il nuovo sito potrebbe gestire fino a 12 lanci annui comprensivi dei vettori Falcon 9 e Falcon Heavy, ed anche della capsula Dragon, nonché del Grasshopper, un vettore riutilizzabile costituito da un nucleo basato sul Falcon 9 e dotato di carrello di atterraggio.

La scelta di realizzare un nuovo sito di lancio in Texas pare essere scaturita da una analisi che ha valutato possibili alternative in Alaska, California, Florida e Virginia.

Questa nuova installazione, che sorgerebbe a circa 700 km di distanza dall’impianto di McGregor, sempre in Texas, che SpaceX utilizza già da qualche anno per lo sviluppo dei suoi vettori, si trova direttamente adiacente al capolinea orientale della Texas State Highway 4 ed a circa 5 km a nord del confine con il Messico.

Fonte: SpaceNews.com

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=17465.new#new

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.