MSL è arrivato al LC-41

Giovedì 3 novembre il rover marziano Curiosity, racchiuso nel fairing a forma di proiettile, è stato trasportato al LC-41 (CCAFS), dove è stato issato e installato sopra l'Atlas V.
Il decollo alla volta di Marte è programmato per il 25 novembre alle 16:25 (CET).

Il lento viaggio dalla PHSF al LC-41 è durato alcune ore; lo speciale convoglio è arrivato al VIF alle 9:35 (CET). Successivamente, utilizzando una gru, il fairing, dal diametro di cinque metri, è stato installato sopra lo stadio superiore Centaur (16:00 CET).
Nel tardo pomeriggio sono state eseguite le connessioni meccaniche ed elettriche fra il razzo e il payolad.

Il rollout al LC-41 era inizialmente previsto per mercoledì, ma forti venti nella zona hanno reso necessario un rinvio. Per ammortizzare il ritardo i tecnici dovranno lavorare anche nella giornata di sabato, in modo tale da garantire un ulteriore giorno "cuscinetto" in caso di eventuali problemi da ora al momento del lancio.

L'assemblaggio di MSL all'intero di una clean room al KSC è terminato lo scorso 11 ottobre.
Il rover è stato incapsulato, insieme allo stadio di discesa, in un guscio protettivo, progettato per il rientro atmosferico.
I tecnici hanno quindi controllato tutti le connessioni elettriche del veicolo e hanno caricato i propellenti nello stadio di crociera, che condurrà il rover dalla terra all'atmosfera marziana.
Il 25 ottobre il guscio è stato a suo volta racchiuso nel fairing.

Il 13 ottobre è stata eseguita una esercitazione di lancio: carico dei propellenti nel vettore e simulazione di un'emergenza poco prima del lancio.

Il 17 Novembre verrà installato generatore elettrico nucleare (MMRTG) a base di plutonio.
MSL, infatti, a differenza dei rover precedenti, non sarà alimentato con i pannelli solari.
Per l'installazione del generatore nucleare, verrà utilizzata un piccolo boccaporto nel fairing.
L'uso di MMRTG (Multi-Mission Radioisotope Thermoelectric Generator) garantisce una riduzione del peso del rover e maggiore flessibilità: minori vincoli per quanto riguarda le zone di atterraggio e maggiore vita operativa. La missione base di MSL su Marte durerà due anni.
MSL, a differenza dei due MER (Spirit e Opportunity), non avrà grosse difficoltà a superare gli inverni marziani e potrà lavorare notte e giorno.
Solo una piccola parte dell'energia prodotta dal MMRTG verrà utilizzata per l'alimentazione elettrica, gran parte verrà convertita in energia termica, che sarà utilizzata per riscaldare le componenti elettroniche del rover. Il rimanente calore in eccesso verrà dissipato grazie ad uno scambiatore di calore e a un circuito refrigerante. Il fluido refrigerante verrà caricato nel rover subito dopo l'installazione del MMRTG.

Il 23 novembre l'Atlas V verrà spostato al pad di lancio.

Fonte: SFN.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=16594.new#new

Filippo Magni

Appassionato di spazio, studente di ingegneria aerospaziale presso il Politecnico di Milano. Collabora all'amministrazione del forum come "Operations Officer". Scrive su AstronautiNEWS da maggio 2009.