In orbita tre nuovi satelliti Glonass

Venerdì 4 ottobre è decollato dal Cosmodromo di Baikonur un razzo Proton-M che ha immesso in orbita tre satelliti del sistema di navigazione russo Glonass.
Il lancio è avvenuto alle 12:51 (UTC), dopo una serie di rinvii, l'ultimo, di 24 ore, a causa di un problema tecnico agli equipaggiamenti di terra.
Alle 18:41 (UTC), dopo svariate accensioni, lo stadio superiore Breeze-M ha depositato in orbita i tre satelliti, che sono stati chiamati rispettivamente Glonass-M 43, 44 e 45.

Il lancio di venerdì è stato il 370° lancio Proton dal 1965, il settimo dell'anno; il primo lancio Proton-M/Glonass da Baikonur dal fallimento dello scorso anno.

Ogni satellite Glonass-M, costruito da ISS Reshetnev Co., pesa circa 1500 kg e ha una vita operativa di 7 anni.

Il sistema Glonass, equivalente del GPS degli Stati Uniti, del Beidou Cinese e del futuro Galileo Europeo, attualmente dispone di 27 satelliti, sebbene solo 23 siano operativi; due, infatti, sono in manutenzione, uno è momentaneamente spento e l'ultimo, lanciato da poco, non è ancora operativo.
Per una copertura globale il sistema di navigazione richiede 24 satelliti attivi e 2/3 di riserva, disposti su tre piani orbitali diversi.

Il prossimo 22 novembre è previsto il lancio di un altro satellite Glonass a bordo di un vettore Soyuz.

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=16595.new#new

Filippo Magni

Appassionato di spazio, studente di ingegneria aerospaziale presso il Politecnico di Milano. Collabora all'amministrazione del forum come "Operations Officer". Scrive su AstronautiNEWS da maggio 2009.

Potrebbero interessarti anche...