ISS Daily Report – Venerdì 18 Marzo 2011

ISS Daily Report Venerdì 18 Marzo 2011

Anche oggi Paolo Nespoli ha lavorato a lungo all’interno del cargo giapponese. La sua configurazione prevede anche l’installazione del REBR (Re-Entry Breakup Recorder) una sorta di “scatola nera” per il rientro del veicolo e che contiene oltre a vari strumenti tra cui sensori di temperatura, accelerometri e data recorder, un GPS e un modem telefonico Iridium per “chiamare casa” e inviare i dati durante il rientro distruttivo sul Pacifico. Un secondo REBR verrà installato in ATV-2. Successivamente Paolo e Cady hanno rimosso e trasferito in HTV-2, alcuni elementi strutturali di due RSP (Return Stowage Platforms) presenti in Leonardo e non più utili.

Paolo all’interno di ATV-2 Keplero ha azionato il sistema di rilascio di Ossigeno per una leggera pressurizzazione.
Nel frattempo sempre all’interno di Keplero, Paolo e Cady si sono dati da fare nelle operazioni di trasferimento cargo. Parte del materiale è stato portato all’interno di Leonardo e una speciale attenzione è stata posta ai borsoni che contengono il materiale per l’esperimento ESA “Geoflow” che verrà installato a breve.
Dmitri è stato impegnato a sua volta nella sistemazione del materiale cargo della Progress 41P, aiutato in seguito da Cady Coleman per quanto riguarda il materiale sperimentale USA composto da circa 160 items.

I tre astronauti hanno inoltre eseguito 15 min di esercitazione di familiarizzazione con le procedure di emergenza che riguardano il modulo PMM Leonardo (soprattutto per quanto riguarda i dispositivi antincendio e sistemi di chiusura e valvole in caso di depressurizzazione).

– alle 4:05 am EDT, l’equipaggio ha condotto la settimanale teleconferenza con il controllo di volo russo TsUP Mosca con in collegamento telefonico il MCC-Houston.
– alle 7:20 am, Dmitri si è collegato con gli specialisti presso il TsUP per discutere la sistemazione del numeroso materiale cargo movimentato in questi giorni.

ATV-2 Keplero reboost: questa mattina utilizzando i propulsori di Keplero è stata effettuata un’accensione di 14 min e 43 sec (con un leggero scostamento sul delta-V pianificato, arrivato a 2,22 m/s rispetto ai 2,16 preventivati). L’altitudine è stata innalzata di 3800 metri (contro i 3700 previsti), per l’accensione sono stati consumati 290Kg di propellente dai serbatoi di ATV-2 e 29 Kg dai serbatoi del segmento russo (questi ultimi per le necessarie correzioni di assetto).

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.