ISS Daily Report – Martedì 10 Agosto 2010

ISS Daily Report Martedì 10 Agosto 2010

Tracy e Wheelock hanno completato la preparazione degli attrezzi e degli equipaggimenti di EVA-16, in programma per domani.
Tra l’altro nel tentativo di ripristinare un sensore di CO2 della sua EMU e che dava dei problemi, Wheelock lo ha sistemato in modo da far affluire attraverso di esso ossigeno puro. Dopo circa un’ora, la sospetta umidità è probabilmente scomparsa perché il sensore è tornato a funzionare.

Wheelock con Kornienko ha recuperato e settato tre dosimetri per radiazioni “Pille-MKS”, due sono stati utilizzati per le rispettive EMU.
Successivamente i tre americani, sono passati alla revisione delle procedure e ai dettagli delle operazioni da svolgere.

Nel frattempo nel modulo SM, Yurchikhin ha occupato buona parte della sua giornata lavorativa (circa 5 ore) sul sistema di navigazione satellitare ASN-M, riconfigurando le sue quattro unità elettroniche principali con un nuovo cablaggio, in modo da migliorare le condizioni termiche e di rumore.

Shannon ha replicato in modo estensivo la verifica e il controllo degli equipaggiamenti interni (review delle procedure di decontaminazione, configurazione di RWS in Cupola come backup della stazione presente in US Lab, verifica della telemetria per SSRMS per pilotare il software DOUG, etc.)

Al termine del fermento preparativo, Tracy (EV1) e Wheelock (EV2) hanno iniziato il loro “campout” all’interno dell’US Airlock.

In sintesi, i compiti di EVA-16 sono i seguenti:
* recuperare un utensile lasciato all’esterno e utile per fare lo spurgo.
* operare sull’attacco rapido M3; se non ci sono perdite (o non compaiono “fiocchetti” ghiacciati), si guadagnano circa 2 ore di EVA. Se invece si ripresenta la perdita di ammoniaca si deve riaprire M3 e procedere con altre operazioni (una serie di manipolazioni sui vari connettori e deviatori per fare lo spurgo vero e proprio).
* a questo punto verranno tolte le ultime 4 viti per separare il vecchio modulo pompa e i suoi cablaggi elettrici. Il tutto verrà momentaneamente lasciato sulla piattaforma di lavoro.
* ulteriori azioni di fine operazioni verranno decise sul momento, in base all’andamento dei lavori in programma.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.