ISS Daily Report – Mercoledì 11 Agosto 2010

ISS Daily Report Mercoledì 11 Agosto 2010

EVA-16 è stata completata dopo 7 ore e 26 min raggiungendo l’obiettivo primario.
Tracy e Wheelock hanno avuto inoltre tempo sufficiente per predisporre l’area di lavoro per la successiva EVA-17 (per il momento programmata per il 15/08).

Fortunatamente la preoccupazione per una nuova perdita dall’attacco rapido M3 è rimasta tale, dal momento che EV1 (Tracy) non ha riscontrato anomalie di sorta, passando subito poi al distacco del Modulo Pompa in avaria.
Al termine, una volta fissato e posizionato il pezzo smontato sulla MT (Mobile Transporter), EV1 e EV2 si sono portati presso il magazzino esterno ESP-2 per preparare il modulo nuovo (estrazione dal box, protezione con una coperta isolante e prepazione per il trasporto al punto WS-2). Alla fine, i due astronauti sono rientrati in US Airlock.

Pertanto, con il fatto che M3 non ha presentato ulteriori perdite (a parte qualche “snowflakes”) non è stata necessaria tutta la serie di interventi per le operazioni di spurgo. Tutto questo, probabilmente grazie alla riduzione di pressione avvenuta la notte precedente.

Durante l’attività extraveicolare Shannon è stata aiutata dall’assistenza di Skvortsov, Yurchikhin ha prestato invece il suo supporto nell’area dell’airlock.
Shannon nella fase post-EVA si è inoltre occupata di raccogliere la documentazione fotografica, dell’ispezione dei guanti delle EMU e rimettere via le maschere e il kit di decontaminazione da ammoniaca,

Kornienko ha lavorato su un canale di alimentazione secondario di OGS (Oxygen Generation System) per utilizzarlo in caso di necessità come sorgente di alimentazione per una unità DDCU (DC-to-DC-Converter Unit).
Nel restante tempo della giornata Skvortsov ha completato le quotidiane e periodiche operazioni di service (come ad esempio il riempimento del generatore di ossigeno con acqua di condensa).

Alle 3:25 pm EDT, i tre astronauti russi hanno inviato una registrazione TV con i saluti e le loro congratulazioni, destinati a due distinti eventi:
– il 100° anniversario della scuola di volo Kachin, che ha formato le basi da cui è sorta l’aviazione militare russa (e che ha fornato piloti militari, piloti collaudatori e anche cosmonauti).
– agli studenti del primo anno della M.V. Lomonosov Moscow State University.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.