ISS Daily Report – Lunedì 09 Agosto 2010

ISS Daily Report Lunedì 09 Agosto 2010

In preparazione della prossima EVA-16, prevista per Mercoledì, Tracy ha modificato la sua EMU aggiungendo circa 25 mm alla lunghezza del torso, per sgravare le spalle dalla pressione quando esegue movimenti un po’ ampi. Wheelock ha terminato la rigenerazione delle cartucce METOX e della ricarica di una serie di batterie utilizzate a bordo delle EMU.
Successivamente i tre astronauti americani hanno sostenuto altre due ore di discussione per i dettagli della prossima ettività extraveicolare, più ulteriori approfondimenti in teleconferenza con gli specialisti.

Nel segmento russo ha preso il via il check mensile che riguarda l’intero sistema di ventilazione con pulizia di griglie, condotte e filtri e ventole degli equipaggiamenti.

Shannon ha fatto fronte a diversi tasks, tra cui:
* ispezione manutenzione ARED.
* preparazione di MELFI-1 alla sua riattivazione ripulendo gli interni e utilizzando i ripiani di MELFI-3 (che verrà attivato più avanti nel tempo).
* configurazione della Nikon D2X per EVA-16.

Kornienko ha eseguito una manutenzione straordinaria su TVIS, inclusa la sostituzione del pannello di controllo con un nuovo aggiornamento, più un sistema di rilevamento audio per la rumorosità dell’attrezzatura.

Skvortsov, si è occupato di spostare verso altre locazioni, il materiale provvisoriamente parcheggiato dalle posizione non “autorizzate” in FGB. Più una serie di lavori di routine.

ETCS Loop-A, aggiornamento: per EVA-16 si prevede un programma piuttosto impegnativo, dovendo portare a termine in un primo momento il lavoro precedente, lasciato incompleto a causa della perdita di NH3.
Il programma prevede di abbassare la pressione del circuito (Loop-A) da 25,5 bar a circa 14 bar e chiudere due ulteriori attacchi rapidi per isolare o perlomeno minimizzare lo spurgo che sarà fatto in quel segmento di circuito. Lo spurgo dei residui verrà eseguito con estrema attenzione in direzione zenith (si dovrebbero perdere circa 7 kg di ammoniaca dalla condotta e circa 10 Kg dal Modulo Pompa in avaria. Successivamente, verranno staccati i cavi di alimentazione/dati e le restanti 4 viti. Il vecchio Modulo pompa verrà poi posizionato sulla piattaforma del sistema mobile e lasciato lì per un prolungato periodo di tempo. Purtroppo per l’installazione del nuovo Modulo servira probabilmente una ulteriore EVA e se qualcosa non andasse per il verso giusto, si sta ipotizzando anche una quarta uscita extraveicolare.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.