ISS Daily Report – Lunedì 19 Luglio 2010

ISS Daily Report Lunedì 19 Luglio 2010

L’equipaggio ha iniziato la giornata con la misurazione della massa corporea, per cui hanno utilizzato lo specifico attrezzo russo.

In preparazione di EVA-15, Wheelock ha iniziato l’istruzione e preso confidenza con ECWS il simulatore EMU per la parte che riguarda avvertenze e allarmi.
Yurchikhin & Kornienko, invece proseguono con la preparazione della loro EVA-25 all’interno di DC1 e nella zona intermodulare tra DC1 e SM. Con il supporto degli specialisti sono stati configurati i relativi pannelli di controllo a supporto di EVA.

Tracy, all’interno di US Airlock ha eseguito una riparazione volante al vano batterie di una EMU, sostituendo il nastro rotto che trattiene le batterie, con del nastro adesivo in alluminio.  Successivamente ha messo sotto carica diversi tipi di batterie (2 per le EMU, 6 per le lampade sugli elmetti e 4 per le pistole/utensile PGT). Wheelock prima e poi Tracy, hanno iniziato a regolare le rispettive tute EMU per adattarle alla loro corporatura.

Shannon ha allestito l’attrezzatura per la ripresa video all’interno di Kibo (e creato lo spazio necessario) e poi ha iniziato una nuova sessione sperimentale con i microsatelliti autonomi SPHERES.

Dopo la ricarica notturna per le batterie di KPT-2 Piren, Kornienko e Skvortsov hanno avviato altre 2 ore mezza di sessione del payload, iniziando ad analizzare l’ambiente abitativo (soprattutto nelle aree in cui è stata trovata microflora – muffe – dietro quattro pannelli del modulo SM)

Wheelock ha allestito l’equipaggiamento demo, per un’altra sessione dell’esperimento “Kids in Micro-G – bambini in microgravità), Assistito da Tracy per la documentazione video, Wheelock si è dedicato all’esperimento del giorno, “Speed flight procedures”. Si ricorda che questo esperimento è orientato agli studenti più giovani con lo scopo di dare loro, l’opportunità di progettare un esperimento (o una semplice dimostrazione) che riguarda le leggi di Newton.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.