ISS Daily Report – Venerdì 21 Maggio 2010

ISS Daily Report Venerdì 21 Maggio 2010

Fligt Day 8 per STS-132 Atlantis.

Anche EVA3 ha visto una piena riuscita, con il compimento delle attività programmate. Mike Good EV1 e Garrett Reisman EV2 hanno terminato EVA3 dopo 6 ore e 46 min. Iniziata alle 6:27 am, con 20 min di anticipo sulla tabella di marcia, la spacewalk è terminata alle 1:13 pm.

I compiti portati a termine da EVA3, sono stati quelli descritti ieri senza sorprese o variazioni di sorta.

Nel frattempo a bordo, in vista del rientro alla gravità terrestre il prossimo 2 Giugno, Creamer, Soichi e Kotov si sono cimentati nella seconda sessione di training previsto dal protocollo medico russo, e che riguarda principalmente la verifica cardiovascolare degli astronauti.

Continuano nel contempo le ispezioni nel segmento russo. Korninko con Oleg hanno condotto un’ulteriore sessione di controlli utilizzando il payload KPT-2 per proseguire le analisi sulla presenza di microflora a ridosso delle pareti interne, dietro i pannelli dei sistemi, e che potrebbe causare sul lungo termine problemi di corrosione.

Soichi Noguchi nel corso della giornata lavorativa ha avuto a che fare con:
* il troubleshooting del PWD (Potable Water Dispenser) che non forniva dal Fligt Day 5 acqua potabile (calda), e che ha costretto i membri dell’equipaggio ad utilizzare il circuito interno di Atlantis. Soichi ha portato a termine il troubleshooting, risolvendo il problema con i riscaldatori del circuito acqua calda.
* analisi batteriologiche (batteri e funghi) dei campioni d’acqua prelevati di recente.
* il completamento di un altro round con l’esperimento Winscat (sotto MedOps).

Creamer da parte sua ha cercato e sballato IMAK (ISS Medical Accessory Kit) preparando il materiale personale per Shannon Walker che arriverà il prossimo 17/06 con Soyuz TMA-19.

Skvortsov e Kornienko hanno invece continuato la preparazione per iniziare le attività di trasferimento del materiale/cargo che si trova all’interno di MRM1 Rassvet.
Tra l’altro dopo il primo ingresso “preliminare” l’equipaggio ha riportato che all’interno del modulo galleggiavano particelle metalliche (piccoli trucioli metallici). A questo punto hanno richiuso il portellone evviato la ventilazione a circuito chiuso con lo scopo di catturare le particelle nei filtri aria. Con l’ingresso di oggi, i due astronauti russi (equipaggiati con occhialoni e mascherine) hanno rilevato una sensibile riduzione delle particelle in sospensione. In ogni caso, verrà avviato un ulteriore ciclo di ventilazione forzata interna per catturare anche le rimanti particelle rimaste in circolazione. Si fa comunque notare che con i nuovi moduli, si tratta di una manifestazione tutt’altro che insolita quando vengono esposti per la prima volta a Zero G.

In preparazione dell’esperimento JAXA MYCO (Mycological Evaluation of Crew Exposure to ISS Ambient Air) Tracy ha distribuito 100 ml di acqua a tutti i membri dell’equipaggio che partecipano all’esperimento. Lavorare e vivere a bordo della Stazione introduce man mano un certo numero di microrganismi. Questi microrganismi possono eventualmente colonizzare alcune aree e dare inizio a malattie o allergie a coloro che possono avere il sistema immunitario non perfettamente in efficienza. L’obiettivo di MYCO e quello di valutare il rischio di inalazioni o di aderenza di microrganismi alla pelle, concentrandosi in modo particolare sulla famiglia dei funghi che agiscono come allergeni. Le modalità operative prevedono la raccolta di campioni dalla cavità nasale, dalla faringe, dalla pelle delle guance e della parte superiore del torace, con tamponi di cotone e speciali nastri per uso medico.

Oleg e Soichi hanno avuto un ulteriore periodo di tempo per i preparativi personali, in vista della partenza.

– alle 5:05 am, i tre astronauti russi hanno condotto un evento PAO TV, inviando un messaggio di felicitazioni in occasione di alcune ricorrenze legate alla Storia della Russia.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.