ISS Daily Report – Martedì 20 Aprile 2010

ISS Daily Report Martedì 20 Aprile 2010

STS-131 Discovery è rientrato a Terra alla seconda opportunità dopo che ieri, si era rinunciato al primo tentativo. L’atterraggio è avvenuto senza problemi al KSC dopo 15 giorni di missione.

Kotov ha allestito una videocamera per monitorare le attività nel modulo SM poi, Alexander e Mikhail hanno iniziato le operazioni di manutenzione al TVIS, smontando diverse parti e separando l’unità principale dalla suo alloggiamento in SM.

Tutti i sei membri dell’equipaggio ha preso parte al periodico test NASA per la verifica dell’efficacia delle contromisure acustiche. I vari astronauti si devono sottoporre a dei test, previsti da uno specifico software del laptop medico.

TJ Creamer per conto di JAXA nel Biolab i guanti resistenti all’Ozono con dei nuovi. Poi TJ ha lavorato con Tsukuba per sistemare alcuni campioni sotto le clips del microscopio. Successivamente, lui e Soichi hanno allestito MyoLab e condotto una serie di osservazioni scientifiche.
Tracy (aiutata poi da Creamer) ha lavorato in US/Airlock preparando l’attrezzatura per la rigenerazione delle cartucce METOX, usate dalle precedenti EVA. Considerando i precedenti problemi e nonostante il problema sia stato superato, per la rigenerazione si procede con le nuove istruzioni e comunque eseguendo un monitoraggio generale delle attività.

In Nodo3, TJ Creamer ha lavorato sul T2 COLBERT, soprattutto alla sua unità di alimentazione riconfigurando il software ed eseguendo uno shut down del canale secondario che dava dei problemi di surriscaldamento. Come risultato, T2 si può ora usare anche in modalità motorizzata.

Maschere Gas danneggiate: durante l’ispezione alle maschere di ossigeno del segmento russo, è stato scoperto che 5 su 13 maschere ossigeno avevano il tubo di collegamento danneggiato (3 nel modulo SM, 1 in una delle Soyuz e 1 in MRM2). Le restanti 8 maschere sono state redistribuite in modo omogeno per soddisfare le varie aree del segmento.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.