ISS Daily Report – Martedì 04 Maggio 2010

ISS Daily Report Martedì 04 Maggio 2010

Al risveglio Creamer e Tracy Caldwell-Dyson hanno continuato la loro nuova sessione dell’esperimento SLEEP (Sleep-Wake Actigraphy & Light Exposure during Spaceflight) un programma di monitoring dei cicli di sonno/veglia con controlllo Actigraphy (una particolare specializzazione medica) per il quale gli astronauti utilizzano il loro personale Actiwatch da polso.

Kotov ha lavorato alla recente dislocazione del laptop russo 1118 all’interno del US Lab, su cui ha caricato la nuova versione del software 8.04 operazioni cge sono state seguite passo passo dagli specialisti a Terra.

Alexander ha intanto preparato il nuovo payload Matryoshka per il controllo delle radiazioni assorbite, inserendo nel “body” del payload un nuovo set di sensori e dosimetri arrivati con la Progress 37P.
Successivamente Alexander, Mikhail e Soichi hanno strasferito l’equipaggiamento nel segmento USOS per il suo posizionamento in Kibo, dove Creamer sta lavorando su un rack per poter installare le unità di controllo di Matryoshka.

Con i serbatoio di acqua potabile del modulo SM pieni, Kotov ha eseguito le opportune deviazioni per pompare la restante acqua potabile a bordo della Progress 36P (programma per il deorbit) nel serbatoio della Progress 37P che aveva spazio sufficiente, monitorando il compressore e il trasferimento per tutto il periodo di trasbordo.

All’interno del Nodo3, Tracy ha ottimizzato il passaggio del cavo di alimentazione del TEPC (Tissue Equivalent Proportional Counter) per evitare interferenze con COLBERT. Tracy ha quindi lavorato all’allineamento e al centraggio di T2 per il “push test” di Venerdì prossimo.

All’interno dei condotti di trasferimento tra la Progress 36P e il modulo SM, resta sempre del carburante e TsUp Mosca ha disposto per oggi lo spurgo dei residui, da espellere nello Spazio. Per l’operazione, tutte le coperture di protezione degli oblò verranno chiuse.

Tracy ha ripreso le nuove procedure DOUG (Dynamic Onboard Ubiquitous Graphics) per la movimentazione del braccio SSRMS, soprattutto per le prossime attività previste durante il Flight Day 3 e FD8 della prossima missione Shuttle. Soichi si è invece occupato della messa a punto dell’installazione della stazione RWS (Robotic Workstation) presente in Cupola.

Alle 7:20 am, l’astronauta giapponese ha preparato l’attrezzatura video per un test su eventuali sessioni di “scuola spaziale”.  Il primario obiettivo è quello di condurre una lezione interattiva con gli studenti che parteciperanno all’evento, in cui verrà dimostrata la differenza di comportamento  tra 0G e 1G. Soichi e i sei studenti coinvolti, dovrebbero essere in grado di comunicare in live, via audio video.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.