ISS Daily Report – Lunedì 10 Maggio 2010

ISS Daily Report Lunedì 10 Maggio 2010

Ieri, Progress 36P si è separata con successo dal boccaporto di poppa del modulo SM. Il cargo, viaggerà in volo libero approssimativamente per otto settimane per completare delle missioni sperimentali autonome, che si completeranno con il rientro distruttivo previsto per il giorno 01 Luglio.

Per quanto riguarda la ricollocazione della Soyuz, dal boccaporto nadir al boccaporto di poppa lasciato libero dalla Progress, i tre astronauti Soichi, Creamer e Kotov hanno condotto un’esercitazione di volo riguardando tutte le procedure necessarie, completando il tutto nell’arco di 3 ore. L’esercitazione è stata svolta utilizzando un laptop con funzione di simulatore, inoltre per gran parte del tempo di specialisti hanno dato loro supporto sulla banda audio VHF.

Iniziando alle ore 12:55 pm e terminando dopo quasi un’ora, il comandante Kotov ha condotto un test preliminare di accensione dei motori di TMA-17. L’accensione ha utilizzato una combinazione di propulsori della Soyuz, eccezion fatta per il propulsori laterali che non sono stati accesi.

Da parte sua Tracy ha lavorato ad una serie di attività come ad esempio:
* configurazione degli strumenti che verranno utilizzati durante l’attività extraveicolari.
* ripulitura dell’US Airlock da tutti quegli componenti ingombranti e non utili a fini delle EVA.
* revisione delle nuove istruzioni per quanto riguarda il programma DOUG che verrà utilizzato per operazioni con il braccio SSRMS. Apprendimento a cui è stato fatto seguire una conferenza con gli specialisti che hanno preparato il programma di lavoro del braccio SSMRS. Si ricorda che il software DOUG ha la peculiarità di fornire in forma grafica una visione tridimensionale, dell’esterno della stazione in tempo reale.
* ha quindi lavorato all’interno di Nodo3, al WHC (Waste & Hygiene Compartment) rimuovendo e sostituendo la cartuccia filtro ACTEX (Activated Carbon/Ion Exchange) ormai esaurita.
* ha quindi speso altre 2 ore circa per le fasi di pre-imballaggio del materiale destinato al rientro a Terra.

All’interno di Nodo3, Tracy ha inoltre completato il lungo e atteso momento dell’attivazione e del collaudo di COLBERT. Al momento, il video e i dati forniti sono sotto indagine da parte degli specialisti che dovranno determinare il GO, all’uso dell’attrezzatura.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.