ISS Daily Report – Giovedì 18 Marzo 2010

ISS Daily Report  Giovedì 18 Marzo 2010

La Soyuz TMA-16, dopo 169 giorni, 4 ore e 9 min (dei quali 167 attraccata alla ISS) ha toccato terra questa mattina alle 7:24 am EDT (ora locale 5:24 pm) in una landa imbiancata dalla neve a sud del Kazakhstan. La capsula ha ruzzolato al suolo fermandosi sul fianco.

Prima di entrare nella Soyuz Jeff Williams ha preso le vesti di CMO per l’ultima volta, ha quindi assistito TJ Creamer nel prelievo di sangue per l’esperimento biomedico Integrated Immune .

La partenza è avvenuta alle 4:03 am EDT. Prima della separazione l’equipaggio aveva eseguito il test di tenuta del vestibolo con MRM2. Ci sono state tre avvisi per “Longeron Shadowing” dei pannelli solari, durante la preparazione della partenza ma sono stati subito mitigati perchè il veicolo era perfettamente configurato e in assetto. Il comando di rilascio è stato dato alle 4:00 am, seguito dalla separazione fisica alle 4:03 am, dopo tre minuti la Soyuz ha acceso per 15 sec i motori per l’allontanamento. Il rientro atmosferico vero e proprio è avvenuto attorno le 7:00 am e il paracadute si è dispiegato nominalmente alle 7:08 am. La capsula è stata subito individuata dagli equipaggi SAR di recupero, però a causa del terreno innevato e accidentato i veicoli tuttoterreno hanno avuto qualche difficoltà nell’avvicinamento.

Durante il volo di rientro della Soyuz, Oleg Kotov ha monitorato la telemetria nella navicella per mezzo del sistema Istochnik-M. Il sistema permette alla ISS di ricevere dati di telemetria durante le delicate fasi di rientro con la separazione dei tre moduli (modulo discesa, modulo orbitale e modulo servizio questi ultimi destinati alla distruzione). In questo modo si ha la possibilità di vedere immediatamente se le operazioni della Soyuz nel corridoio di discesa, si svolgono senza problemi.

A oggi, a bordo di International Space Station ci sono:
Comandante : Oleg Kotov
Flight Engineer : Soichi Noguchi
Flight Engineer : Timothy J. Creamer

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.