ISS Daily Report – Mercoledì 10 Febbraio 2010

ISS Daily Report  Mercoledì 10 Febbraio 2010

Alle 12:57am, STS-130/Endeavour ha attraccato dolcemente al boccaporto di PMA-2 della stazione ISS.
Dopo aver completato con successo la manovra di rotazione RPM, l’Orbiter ha perso l’allineamento arrivando al punto stabilito (un centinaio di metri di fronte alla ISS) leggermente in ritardo. Con l’equipaggio dello Shuttle, la stazione si ritrova ad avere a bordo 11 ospiti (il massimo numero di ospiti è stato di 13 astronauti)

Dopo il docking, la Stazione è stata orientata, come da programma, in modo da avere un assetto che minimizzi i rischi di impatto da micrometeoriti/detriti contro lo scudo dello Shuttle

Prima del docking, Jeff e Maxim attrezzati di fotocamere D2X (equipaggiate con obiettivi da 400mm e una con 800mm) sono riusciti a completare in modo soddisfacente la documentazione visiva dello scudo termico dell’Orbiter. Poco prima del docking, Maxim Suraev ha configurato l’MCS russo per l’aggancio automatico al PMA-2. Nel momento della cattura dei ganci di attracco, la Stazione è stata messa in condizioni di volo libero per circa 30 min, per permettere lo smorzamento delle sollecitazioni evitando le correzioni automatiche di assetto.

Al termine della pausa di verifica per stabilire la perfetta tenuta dell’attracco, i portelloni sono stati aperti alle 2:16am e prima di procedere con l’installazione dei vari dispositivi (condotte ventilazione ecc.), Kotov ha eseguito una prelievo di campioni d’aria nei vari moduli, compreso lo spazio interno dello Shuttle.

Calorosi i saluti dei due equipaggi a cui è seguita la tradizionale cerimonia di benvenuto. Subito dopo è stato fatto un briefing di 25 min per regole di sicurezza.

Subito dopo sono iniziati i preparativi per EVA-1 con Behnken e Patrick che si accingeranno al campout per l’ingresso nelle EMU e successiva attività extraveicolare durante il 12/02.

Nel frattempo Soichi ha lavorato al WDS (Water Delivery System) in preparazione dell’attività di “rigenerazione” che impegnerà i prossimi giorni. Per questo motivo non sarà disponibile acqua dal dispenser PWD e in caso di necessità, si dovrà spillare acqua dal distributore presente nel segmento Russo.

Riguardo le operazioni di trasferimento materiale, già dalla mattinata si era ad un 6% di completato, inotre molte attività di aggiornamento, service e sostituzione ricambi sono previsti nei prossimi giorni. Un programma di lavoro davvero intenso.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.