ISS Daily Report – Giovedì 17 Dicembre 2009

ISS Daily Report  Giovedì 17 Dicembre 2009

Oggi i due ospiti della Stazione hanno condotto un’ora di esercitazione per far pratica con le procedure di emergenza in caso di rapida depressurizzazione degli ambienti della ISS (pertanto individuazione rapida di comandi e valvole e operazioni da eseguire in fase di emergenza). Jeff e Maxim sono stati seguiti per tutto il tempo dai teams di Terra, a cui è seguito un debrief per discutere e valutare l’esecuzione dell’esercitazione.

All’interno di Kibo, Wiliams ha configurato SLT2 (System Laptop Terminal 2) per procedere con una ulteriore sessione di troubleshooting, dal momento che SLT2 ha avuto problemi di perdita di comunicazione con JCP (JEM Control Processor) lo scorso Giugno e da allora è rimasto disattivato. Il troubleshooting in questo caso consiste principalmente nel verificare il corretto funzionamento di ben 4 differenti sistemi operativi a bordo del Laptop (SLT, MKAM, BDAS e Windows XP)

Mentre Maxim si dedicava al periodico test funzionale del sistema di rimozione di CO2 del sistema Vozdukh, Jeff all’interno di Airlock ha eseguito a sua volta la pulizia e verifica programmata per la EMU 3009, eseguendo il service per il circuito chiuso di raffreddamento, filtrazione ionica (biocida) e di particolato. Al termine ha ricomposto tutta l’attrezzatura; il service serve per evitare problemi di formazione di biomasse.
Jeff ha eseguito inoltre una sessione di SWAB per verificare la presenza di microrganismi e/o allergeni su superfici di contatto, acqua e aria. SWAB usa un avanzata tecnica molecolare per valutare in modo esauriente la presenza di microbi (patogeni) a bordo della Stazione. Per questo tipo di verifica i campioni vengono prelevati +/- ogni 4 settimane.

Transizione software: le operazioni aggiornamento dei MDM (Multiplexer/Demultiplexer) dopo tre giorni sono state terminate con successo e gli MDM sono nominali.

WPA (Water Processor Assembly): dopo la manutenzione eseguita questa settimana il WPA ha processato 28 litri di acqua, senza pertanto alcun incremento delle performance.

DTF Dedicated Thruster Firing:  il test è previsto per domani dalle 9:48 am alle 10:05 am EST con l’intento di esercitare delle sollecitazioni strutturali in 2A Solar array. Come si sa, dopo il precedente problema, il 2A BGA (Beta Gimbal Assembly) è tornato in modalità automatica per il tracking solare. Anche se è tornato pienamente operativo, il solar array 2A è ancora considerato “degradato” fino a quando non saranno completate le indagini di fotogrammetria, via DTF, e delle relative analisi dei dati.

Soyuz TMA-17/21S si preparara al lancio da Baikonur – Kazakhstan; Mr. Lopota (RSC-Energia) ha approvato il rollout del mezzo.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.