ISS Daily Report – Venerdì 06 Novembre 2009

ISS Daily Report  Venerdì 06 Novembre 2009

Giornata decisamente intensa con una notevole quantità di piccoli lavori di manutenzione, taratura, verifiche di status, osservazione degli esperimenti in corso. Di seguito i più rilevanti.

Nicole Stott ha lavorato al rack HRF1 (Human Research Facility 1) portando avanti il troubleshooting sull’equipaggiamento USND (Ultrasuoni) che ha prodotto errori di lettura dati durante una sessione sperimentale. Si è trattato quindi di verificare collegamenti, cavi e spinotti e di ricaricare un software diagnostico.

In preparazione del prossimo attracco di MRM2, Suraev e Romanenko hanno lavorato alla simulazione e ai test del sistema teleoperatore TORU che potrebbe subentrare in caso di fallimento del sistema automatico KURS.
La simulazione prevede tutte le fasi: fly-around, avvicinamento finale, docking, situazioni off-nominal e condizioni solari.

Nell’Airlock, Nicole e Williams hanno proseguito con i lavori di preparazione per le escursioni EVA, concentrandosi soprattutto sulle cariche delle varie batterie che servono, a bordo delle EMU.

– alle 3:47 am, Nicole ha eseguito un collegamento amatoriale con gli studenti giapponesi della scuola elementare Tokaisonritsu Muramatsu Elementary School, Tokai Village – Japan.
– alle 4:15 pm, DeWinne e Thirsk si sono collegati per un evento TV con i media belgi (quattro broadcasters) in Brussels e con TF1 francese.

Avviso detriti:
il team flight control sta lavorando a tre consecutive congiunzioni con l’oggetto 80908.
La tracciatura prevede un primo TCA (Times of Closest Approach – Tempo/Distanza di Sfioramento) per il giorno 7/11 alle 1:51 am EST, il secondo alle 3:23 am e il terzo alle 4:54 am.
La seconda congiunzione è quella che da maggiori preoccupazioni, perchè data la difficolta di individuazione si ha una incertezza di circa 3 km. La prossima scansione dati, per un maggior dettaglio, la si può avere alle 3:45 del pomeriggio di oggi. Dal momento che inizia il periodo di sonno alle 4:30 si sta discutendo della possibilità di far “pernottare” l’equipaggio nelle Soyuz assegnate.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.