In partenza nuovo modulo per la ISS

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

E' programmato per domani alle 15,22 CET il lancio del vettore Soyuz-U che porterà in orbita la navicella Progress-M/MIM-2(MRM-2), destinata ad agganciarsi alla porta zenit della sezione anteriore del modulo Zvezda, sulla ISS.
Il lancio verrà effettuato dalla storica rampa Launch Pad-1, denominata la Gagarin Start, giacchè proprio da quel Pad, nel 1961 prese il via il primo volo spaziale umano.
L'aggancio alla ISS è previsto per Giovedì prossimo alle 16,44 CET.
In seguito, l'8 Dicembre, il complesso motore Progress-M si staccherà, lasciando agganciato alla porta della stazione il modulo Mini-Research Module-2, denominato Poisk (Ricerca).
Poisk è un discendente di Pirs, lanciato nel 2001, tuttora agganciato alla porta nadir di Zvezda,
Come il predecessore il nuovo modulo servirà per aggiungere un porta di aggancio al settore Russo della stazione, nonchè come camera di uscita per le EVA e per stoccaggio di attrezzature.
Poisk ha un diametro di 2,4 metri ed è lungo circa quattro metri, con un peso di quasi quattro tonnellate.
Prossimamente la ISS disporrà quindi di quattro porte di aggancio per le Soyuz, Progress e ATV.
Il primo utilizzo della nuova porta di aggancio si avrà il 20 Gennaio, quando la Soyuz TMA-16 si staccherà dalla porta posteriore di Zvezda per trasferirsi sul nuovo punto di aggancio.
Approfittando del lancio, Poisk sarà utilizzato per portare sulla stazione oltre 800 kg di attrezzature e materiali vari.

Fausto dell'Orto

Fausto dell'Orto, articolista storico di AstronautiNEWS e gia' attivo su ForumAstronautico.it, ha collaborato con questo blog dalla sua fondazione fino al luglio 2011.