ISS Daily Report – Sabato 28 Novembre 2009

ISS Daily Report  Sabato 28 Novembre 2009

Romanenko oggi ha compiuto la sua ultima sessione con la tuta Chibis per abituare l’organismo al rientro in gravità. DeWinne ha invece condotto un’altra sessione dell’apparato sperimentale ESA “WEAR” (Wearable Augmented Reality). Si tratta di un equipaggiamento da indossare e che permetterà agli astronauti una maggiore assistenza nello svolgere i loro compiti a bordo della Stazione (è composto da una piccola unità centrale da allacciare al torace, con cuffia e microfono, sensore di movimento e fotocamera e proiettore sugli occhi. Il tutto collegato a un laptop con in esecuzione il software specifico compreso di riconoscimento vocale)

Nel modulo SM, Suraev sta lavorando a tests estensivi al sistema russo “Istochnik-M” che permette alla ISS ci ricevere la telemetria dal modulo di discesa della Soyuz. Inoltre, Romanenko ha rimosso l’esperimento BIORISK-KM e lo ha trasferito sulla Soyuz per il rientro a Terra.

– alle 7:45 am EST, Thirsk si è collegato con il team canadese di controllo di volo per la consueta teleconferenza settimanale.
– alle 8:05 am EST tutto l’equipaggio riunito per la weekly conference, ha discusso con i controlli di Huston e Mosca, riguardo i programmi della prossima settimana.

Avviso detriti – aggiornamento:
durante la notte  il detrito del razzo Delta (oggetto 25619) ha mostrato una probabilità di collisione che andava man mano abbassandosi sulla scala di rischio, raggiungendo un valore tale da indurre il Flight Control Team di abbandonare la manovra DAM per questo oggetto. Resta comunque l’allerta per “Hitchhiker1” che al momento non desta nessuna particolare preoccupazione.

Soyuz TMA-15/19S Descent Timeline:
se tutto resta nominale, il rientro a Terra della capsula TMA-15 previsto per Lunedì 30/11 procederà con questo programma:
* il controllo di assetto ISS passa sotto il segmento russo.
* con la Stazione in volo libero vengono aperti gli ormeggi per la Soyuz.
* sempre con ISS in volo libero viene eseguito l’undocking con la separazione fisica.
* accensione dei trhusters per l’allontanamento della Soyuz.
* il controllo di assetto torna sotto controllo USOS
* accensione per le operazioni di deorbit in data 01 Dicembre
* a fine accensione, separazione dei tre moduli della Soyuz (orbitale, discesa e motori)
* rientro atmosferico a 102 Km con velocità 170 m/sec (1:52 am)
* massimo carico “G” a 41 Km di altitudine (1:58 am)
* apertura paracadute a 10,7 Km (2:00 am)
* contatto con il suolo alle 2:16 am EST.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.