ISS Daily Report – Mercoledì 25 Novembre 2009

ISS Daily Report  Mercoledì 25 Novembre 2009

Sulla ISS con la partenza di Nicole sono rimasti in cinque. Atlantis dopo la separazione, ha eseguito il consueto flyaround della Stazione e ora vola su un’orbita separata.

Con la partenza di STS-129 è iniziata ufficialmente Expedition 22, che vede nella veste di nuovo comandante della Stazione Jeff Williams.
Cambiano anche alcuni ruoli, ad esempio per le procedure di emergenza in caso di evacuazione forzata, Soyuz TMA-15 con Romanenko, DeWinne e Thirsk diventano l’equipaggio secondario (e quindi prenderebbero posto nella capsula, in attesa di ulteriori disposizioni), l’incarico di primario passa a Soyuz TMA-16 con Suraev e Williams.

Prima e dopo il distacco dell’Orbiter, Jeff Williams presso la consolle della stazione RWS (Robotics Workstation) ha monitorato le performance della modalità automatica del software, che gestisce l’undocking da PMA2 e che è parte del sistema di controllo di assetto Russo. La procedura prevede che l’equipaggio possa bypassare il controllo automatico se quest’ultimo, non dovesse “riprendere” il controllo nei pochi minuti successivi al distacco fisico, quando lo Shuttle va liberamente alla deriva allontandosi dalla Stazione. Il breve periodo di libera deriva, viene utilizzato per evitare conflittualità tra i sistemi di bordo dei due veicoli (ISS e Orbiter) ed eventuali “incertezze” (una sorta di lascio/non lascio) del meccanismo di rilascio.

Successivamente Williams, ha riposto le condotte aria usate per PMA2 e smontato l’attrezzatura video.
Da parte sua DeWinne ha depressurizzato PMA2 per prevenire la formazione di umidità di condensazione.

Maxim Suraev ha completao un certo numero di compiti di manutenzione di routine:
* il prelievo di campioni di acqua da distributore presente nel segmento russo.
* raccolta di campioni di aria nei moduli FGB e SM
* controllo dei livelli di CO2
* trasferimento di contenitori di acqua da condensazione per il periodico riempimento del sistema Elektron Russo per l’elettrolisi.

Dopo la partenza dei topolini e relativo box MDS, Thirsk ha smontato il Glovebox portatile e riposto la videocamera che serviva per registrare le operazioni su MDS.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.