ISS Daily Report – Martedì 24 Novembre 2009

ISS Daily Report  Martedì 24 Novembre 2009

Oggi Melvin e Williams hanno lavorato per trasferire il materiale conservato dentro il freezer MELFI e che deve rientrare a Terra. Il materiale (che comprende anche i tre topolini morti inizialmente) opportunamente protetto da sacche termiche, è stato alloggiato dentro il GLACIER dello Shuttle.

Nicole si è occupata poi, dei tre topolini ancora in vita presenti in MDS che è stato configurato per il rientro a Terra. Il box MDS di sei gabbiette, è stato quindi trasferito dall’Express Rack4 della ISS al ponte middeck dello Shuttle e immediatamente riallacciato ai sistemi, per ripristinare la modalità operativa di MDS.

DeWinne e Williams hanno lavorato in Airlock eseguendo la sostituzione di tre BCM (Battery Charger Module).
Frank ha inoltre lavorato con Charlie Hobaugh per smontare l’equipaggiamento usato per trasferire l’Ossigeno dallo Shuttle alla ISS. Romanenko si è riservato un’ora per le procedure personali, dedicate alla prossima partenza e rientro con la Soyuz 19S.

Dopo aver completato tutte le attività lavorative principali, gli equipaggi di Exp-21 e STS-129 si sono riuniti per la tradizionale conferenza con i media americani, russi, canadesi presso HQ in Quebec, e con il collegamento del canale TF1 francese.

Successivamente i 12 membri dell’equipaggio hanno celebrato il cambio di comando che sancisce la conclusione di Expedition 21 e l’entrata in servizio ufficiale di Expedition 22, con DeWinne che cede l’incarico di comandante a favore di Jeff Williams. La cerimonia di partenza è iniziata alle 12:30 pm EST con molti abbracci di saluto per Nicole Stott e seguita dalla chiusura dei portelloni su entrambi i lati del PMA-2 e la consueta ora di verifica perdite.

Reboost: questa mattina alle 5:07 am EST, lo Shuttle ha eseguito un reboost nominale, aumentando l’altitudine dell’intero complesso di 1,5 Km.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.