ISS Daily Report – Lunedì 23 Novembre 2009

ISS Daily Report  Lunedì 23 Novembre 2009

Anche EVA-3 è stata completata con successo, raggiungendo tutti gli obiettivi prefissati.
Iniziata alle 8:24 am EST, è stata terminata dopo 5 ore e 6 min.

Satcher e Bresnik, hanno:
* trasferito e installato O2 HPGT (High Pressure Gas Tank) a cui hanno poi fatto seguire un test di tenuta, che è stato positivo.
* installato, attivato e controllato MISSE 7 (Materials International Space Station Experiment 7) presente in ECL2
* applicato diversi scudi MMOD (micrometeroriti e detriti) sull’Airlock
* preparato ATA (Ammonia Tank Assembly) per le prossime attività extraveicolari.
* sistemato alcune attrazzature.
* completato il servizio alla MSS (piattaforma mobile che trasporta SSRMS e Dextre), installando alcuni dispositivi aggiuntivi e un paio di ulteriori telecamere.

Dopo la verifica di ieri sul serbatoio acqua, Suraev ha iniziato a trasferire il liquido dalla Progress 35P, controllando che tutto si svolgesse senza problemi.
Successivamente i due cosmonauti russi hanno lavorato all’interno di MRM2, ma in questo caso per preparare delle attrezzature per l’esperimento Russo/Tedesco TEKh-20 Plasma Crystal-3

In Kibo, Jeff Williams ha preparato e condotto la prima osservazione per l’esperimento JAXA chiamato CERISE e utilizzando la prima cella CBEF (Cell Biology Experiment Facility), inserita nell’incubatore. L’esperimento, con la sua serie di sessioni, dovrebbe rilevare mutazioni delle cellule umane (utilizza linfoblastoidi per rilevare possibili cambiamenti sul cromosoma) dopo l’esposizione a radiazioni cosmiche. Questa è la prima parte dei due indirizzi di indagine previsti.

Nicole Stott imbardata con indumenti protettivi, ha imballato in modo appropriato diversi contenitori di Urina che dovranno rientrare a Terra con Atlantis. Thirsk e Williams, poi aiutati anche dalla Stott, hanno terminato il trasferimento dei materiali tra lo Shuttle e la Stazione.

Thirsk si è inoltre dedicato anche alla preparazione degli equipaggimenti nella Soyuz TMA-15.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.